Live Sicilia

LA POLEMICA

Campagna elettorale in Chiesa
Micari e Orlando all'altare


Articolo letto 136.009 volte
chiesa micari, micari campagna elettorale in chiesa, micari chiesa, micari e orlando in chiesa, micari orlando in chiesa, Politica

Il candidato del centrosinistra: "La Chiesa ha un ruolo importante". La replica del parroco.


PALERMO - La Messa della domenica sta per concludersi e sull'altare salgono Fabrizio Micari, candidato del centrosinistra alla Presidenza della Regione, e Leoluca Orlando, sindaco di Palermo e big sponsor del rettore dell'Università del capoluogo siciliano. La chiesa è quella di Santa Maria delle Grazie, in corso dei Mille; il prete è Don Ugo Di Marzo.

I due erano questa mattina in giro per la città per raccogliere consensi in vista del voto di domenica. Tra le altre tappe sono stati assieme anche al mercato del Capo. Poi la visita in Chiesa. Una mossa da campagna elettorale che però ha fatto storcere il naso a molti, anche elettori del centrosinistra, come dimostra la massiccia condivisione della foto del gruppetto sull'altare.

"Trovo la polemica fuori luogo - chiarisce il candidato del centrosinistra Micari a LiveSicilia. - Ci trovavamo in Chiesa perché eravamo andati a incontrare questo parroco che ha un rapporto molto affettuoso col sindaco Orlando ed è molto impegnato nella vita sociale del suo quartiere. Siamo stati invitati a salire sull'altare e mi sono limitato a fare gli auguri ai bambini che si stanno preparando per la prima comunione e alle catechiste per l'importante ruolo che svolgono. Tutto qui. E i bambini non votano".

Anche il parroco, don Ugo Di Marzo, in serata "dispiaciuto" per le polemiche che hanno sommerso la sua parrocchia, è intervenuto su Facebook per spiegare come erano andate le cose e raccontare il progetto che sta seguendo con il Comune di Palermo: "Carissimi Tutti - inizia la nota - il diffondersi virale di post con tanto di foto sul web mi spinge ad un chiarimento e, per certi versi, anche a delle scuse". Stando a quanto raccontato dal parroco, la Parrocchia sta collaborando con il Comune di Palermo e Unipa per ottenere un terreno abbandonato, per un utilizzo sociale al servizio soprattutto dei minori dei quartieri Roccella e Sperone. 

"Ieri sera - prosegue la nota - l’ex presidente di Circoscrizione Antonio Tomaselli (nella foto con Micari, don Ugo Di Marzo e Orlando sull'altare), che ha intermediato in passato la questione nel suo ruolo istituzionale, mi ha contattato per comunicarmi che il sindaco, in zona con il prof. Micari ovviamente per campagna elettorale, voleva cogliere l’occasione per dare notizie aggiornate relative alla permuta in corso, ormai quasi a conclusione, come appreso oggi. Ho dato appuntamento alle ore 11.00, considerato che la S. Messa è alle ore 10.00 e a quell'orario sarebbe certamente finita. Di fatto, il sig. sindaco con il rettore dell’Unipa erano già in chiesa a metà della celebrazione ed erano stati abbondantemente “notati”. Ciò mi ha spinto, forse in maniera inopportuna col senno di poi, a salutare a fine celebrazione il sindaco, chiedendogli di aggiornare personalmente lui la Comunità del prosieguo dei lavori per la cessione degli spazi necessari alla collettività. Ho anche salutato il magnifico Rettore, senza sapere però che lo stesso ad oggi si è autosospeso. Lo stesso, sapendosi chiamato in causa sulla questione ha raggiunto il sindaco e l’ex presidente di Circoscrizione davanti l’altare".

"Al di là di quanto sopra chiarito - conclude don Di Marzo - porgo le mie scuse se questo momento ha turbato la sensibilità di qualcuno, ma con leggerezza ho pensato solo ad accogliere le Istituzioni, senza considerare la strumentalizzazione che, ciascuno per sua parte, ne poteva fare. Spero di avere in futuro tanta attenzione per il silenzioso e costante lavoro che tanti svolgono in questa zona periferica della ns. amata Palermo".