Live Sicilia

L'evento

Panorama d'Italia a Ragusa
Ecco la Sicilia d'eccellenza


Articolo letto 4.764 volte
panorama d'italia, ragusa, Cronaca, Ragusa

Dal 22 al 25 novembre.

VOTA
0/5
0 voti

RAGUSA – Dall’astronauta Umberto Guidoni al vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura Giovanni Legnini, dallo scrittore Mimmo Gangemi al cantautore Roy Paci, dall’amministratore di Randstad Italia Marco Ceresa al critico d’arte Vittorio Sgarbi. Sono solo alcuni dei tantissimi ospiti che dal 22 novembre e fino a sabato 25 interverranno a Ragusa per la tappa conclusiva, la decima, di “Panorama d’Italia”, il viaggio che va alla ricerca del “bello visto da vicino” promosso dal settimanale Panorama.

Una grande occasione per “ripartire” da Ragusa attraverso un’analisi del territorio svolta da relatori e opinion leader che parteciperanno ai numerosi convegni, incontri, dibattiti, moderati da Giorgio Mulè, direttore di Panorama, e da altri giornalisti del magazine italiano edito da Mondadori. Ma ci saranno anche showcooking e spettacoli (come l’attesa messa in scena a Ragusa Ibla de “Il Barbiere di Siviglia” di Gioacchino Rossini co-produzione Accademia Teatro alla Scala Milano e Teatro Donnafugata) per valorizzare ed esaltare il contesto locale.

Molte le eccellenze di impresa che racconteranno la loro storia e le loro sfide per il futuro ma anche grande spazio alle nuove start up di giovani scoperti da “Panorama d'Italia” nel corso dell'anno attraverso il premio "Eureka: l'idea diventa impresa" che proprio a Ragusa vedrà nominato il vincitore finale tra le dieci aziende selezionate in tutta Italia.

Per partecipare agli eventi gratuiti basta semplicemente iscriversi sul sito http://eventi.panoramaditalia.it/

Oggi, mercoledì 22 novembre alle 16,30 in piazza San Giovanni si avrà l’apertura ufficiale dell’infopoint di Panorama con l’intervento del sindaco Federico Piccitto. A seguire il Walking tour nella “città segreta”.

Sarà il direttore Mulè, ad aprire giovedì mattina 23 novembre alle 9,30 all’auditorium della Camera di Commercio di Ragusa il primo degli incontri di Panorama d’Italia, sul tema “L’Italia riparte da Ragusa”.

"Arriviamo a Ragusa con grande umiltà - ha dichiarato Giorgio Mulè -  nel solco di un'iniziativa che forte del sostegno del Presidente della Repubblica ha l'ambizione di raccontare talenti e meraviglie dei nostri territori. La Sicilia è protagonista quest'anno del tour di Panorama d'Italia con una tappa in un luogo incantato e incantevole, dove genio e sensibilità hanno dato frutti strabilianti. Il nostro proposito è quello di essere all'altezza di questa terra e di raccontarla attraverso alcuni dei più bei frutti che ha germogliato".

Gianni Bocchieri, direttore generale dell’Assessorato Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia, ragusano emigrato, ha lavorato per un anno intero affinché questo fine settimana Ragusa potesse essere il palcoscenico di tre grandi eventi in contemporanea: la tappa conclusiva del tour Panorama d’Italia; la messa in scena de “Il Barbiere di Siviglia”, co-produzione Accademia Teatro alla Scala di Milano e Teatro Donnafugata e infine l’evento Randstad, agenzia per il lavoro, che porterà alcuni campioni italiani coinvolti in un progetto di orientamento nelle scuole attraverso cui allenare per il futuro le giovani generazioni.

E su questa settimana di riflettori nazionali, Bocchieri dichiara: “E’ una coincidenza non casuale quella dei tre importanti eventi a Ragusa. Assieme a tutti gli altri attori ragusani, abbiamo lavorato per fare in modo che si potesse raggiungere questa positiva convergenza di eventi che hanno creato un palinsesto molto ricco, anche grazie ai tanti ospiti nazionali, in grado di accendere più di una luce sul nostro territorio. Il senso di queste iniziative sta nel titolo del primo incontro che apre i vari eventi: l’Italia riparte da Ragusa. E questa vuole essere l’occasione per riflettere su Ragusa, sulla sua economia, gli aspetti sociali. Spero ci sia un sussulto d’orgoglio del territorio per riaccendere tutte le energie in un’ottica di rilancio. E lo si può fare partendo da tre elementi forti, importanti e caratterizzanti. Da una parte il nostro eccezionale patrimonio Unesco, a cui si abbina la promozione turistica che abbiamo già ricevuto grazie alla fiction de “Il commissario Montalbano” e poi l’avvio di un’infrastruttura importante di collegamento con l’aeroporto di Comiso che può essere la base logistica per il rilancio economico di questo territorio. A Ragusa in questa settimana avremo tantissimi ospiti che ci daranno il loro punto di vista e ci permetteranno di leggere la nostra stessa realtà attraverso visioni differenti. Credo che sia un arricchimento per tutti e l’auspicio è che queste attività siano l’inizio di una serie di altre importanti opportunità per Ragusa”.