Live Sicilia

Incastrati dalle telecamere

Da Agrigento a Ragusa per il colpo
Padre e figlio finiscono in manette


Articolo letto 6.447 volte
ladri supermercato ragusa, ragusa, san giovanni gemini, Ragusa

A vuoto il primo tentativo, il giorno dopo hanno trovato la polizia.

VOTA
2/5
1 voto

PALERMO - La notte di Natale erano stati costretti a lasciare il lavoro a metà; all'alba di ieri sono tornati per finirlo, ma sono stati arrestati dalla polizia di Ragusa che li attendeva. Sono così finiti in manette Gaetano e Alfonso Maggio, padre e figlio, di 61 e 27 anni, che hanno portato via 30 mila euro custoditi nella cassa continua di un supermercato di via Anfuso, a Ragusa. I ladri avevano fatto un primo tentativo riuscendo ad aprire uno sportello ma non la cassaforte. L'indomani alle 5 sono tornati e dopo aver prelevato il denaro sono stati fermati dagli uomini della Mobile che erano stati avvertiti del tentato furto dai titolari dell'esercizio. A casa dei due arrestati, che vivono a San Giovanni Gemini (Agrigento), i poliziotti hanno trovato un laboratorio di chiavi adulterine e alcune micro-videocamere, probabilmente utilizzate per filmare l'inserimento dei codici di sicurezza delle casseforti da parte degli addetti ai prelievi per conto di un'agenzia di vigilanza.