Live Sicilia

LE BOTTE E GLI ARRESTI

Amici in rete, estorsori nella realtà
La disavventura di un ragazzo


Articolo letto 2.318 volte
castelvetrano ragazzo truffato su internet, internet ragazzo castelvetrano truffato, marsala ragazzi arrestati, ragazzi arrestati marsala, ragazzo picchiato marsala, Cronaca, Trapani

Un incontro su un social network si è trasformato in un incubo per un giovane di Castelvetrano.

VOTA
0/5
0 voti

CASTELVETRANO (TRAPANI) - Un contatto su internet, un appuntamento che si trasforma in aggressione: è la brutta avventura vissuta da un giovane di Castelvetrano, picchiato e rapinato da due persone conosciute su un social network. Le indagini dei carabinieri hanno permesso l’arresto dei due aggressori mentre tentavano di estorcergli del denaro.

La storia parte da un’amicizia virtuale nata su un social network, che come capita spesso si decide di trasformare in amicizia reale. È stato così che un ragazzo di Castelvetrano ha dato appuntamento a due giovani nel centro di Marsala. Ma quando è arrivato sul luogo dell’incontro i due hanno iniziato subito a picchiare e minacciare il giovane, costringendolo a consegnare il portafogli e un borsello. E il giorno dopo, ancora minacce: i due hanno di nuovo contattato la vittima chiedendogli soldi e un riscatto di 3 mila euro per la restituzione del borsello.

A questo punto è partita un’operazione dei carabinieri del nucleo operativo di Castelvetrano, che hanno accompagnato la vittima a Marsala e si sono appostati lungo la strada in cui era previsto l’appuntamento. Nel momento dell’estorsione è scattato l’arresto per un diciannovenne incensurato di Marsala, mentre un minorenne è riuscito a darsi alla fuga. Nei giorni successivi il minorenne è stato identificato e condotto all’Istituto di pena Malaspina di Palermo.