Live Sicilia

Politiche

Liberi e uguali, la carica dei 100
Chi correrà con Grasso: tutti i nomi


candidati leu, grasso candidati sicilia, leu candidati, leu candidati sicilia, sicilia candidati grasso, Politica

Da Bartolo a Valeria Grasso: amministratori locali, esponenti delle associazioni e big politici


PALERMO - Volti noti e nomi nuovi. Professori universitari, attivisti per i diritti, giovani. Politici e amministratori locali. È variegata e assortita la rosa dei papabili candidati che l'assemblea regionale di Liberi e uguali, il movimento guidato da Pietro Grasso, ha messo in campo per le prossime elezioni Politiche del 4 marzo. Cento nomi, più o meno, di persone provenienti dalle nove province siciliane che hanno dato la propria disponibilità a candidarsi per uno dei 77 seggi in palio nell'Isola. "Una rosa di nomi ampia e qualificata che dimostra la vitalità e l’interesse attorno al progetto di Leu", commentano gli organizzatori dell’assemblea, che si dicono particolarmente “soddisfatti per la presenza di espressioni reali dei territori e di esperienze significative in ambito amministrativo”. Non manca però qualche polemica interna: "C'è chi ha scambiato Leu per un serbatoio in cui riciclare i nomi di Pd e Art.1-Mdp". L'età media non è alta e si aggira attorno ai 40 anni. Ci sono anche molte donne e la richiesta della base è che vengano create delle liste che permettano alle candidate di correre per l'elezione.

Ci sono i nomi dei parlamentari uscenti come
Erasmo Palazzotto, Pippo Zappulla, Francesco Bocchino e Francesco Campanella, questi ultimi ex Movimento 5 stelle. C'è anche Maria Greco, deputato uscente dell'area Dem del Pd e sindaco del comune di Agira, vicina all'ex senatore Vladimiro “Mirello” Crisafulli. Faceva parte della segreteria regionale del Pd, con la delega alla Scuola, anche Caterina Altamore, insegnante di Palermo.

Tra i dirigenti politici delle forze che hanno dato vita alla lista guidata dal presidente del Senato Grasso, ci sono Mariella Maggio, Gianni Battaglia, Pino Apprendi, Luca Casarini e Bianca Guzzetta. Ci sono anche amministratori locali, come Edoardo Camilleri e Bonaventura Zizzo, consiglieri comunali rispettivamente di Terrasini e di Trabia, o Gaspare Giacalone, sindaco di Petrosino; Niccolò Notarbartolo, consigliere comunale di Catania, ex Pd.

Folta la partecipazione di esponenti del mondo delle associazioni e delle professioni: tra questi Luigi Carollo, tra le figure di riferimento del mondo Lgbt di Palermo, e Danilo Festa, giovane consigliere comunale di Motta Sant'Anastasia e noto esponente del comitato No discarica. Tre le figure del mondo accademico pronte a far parte delle liste di Leu: Giuseppe Marsala, ricercatore della facoltà di Architettura di Palermo; Paolo Castorina, fisico di Catania, che ha lavorato al Cern di Ginevra; Marisa Barcellona, dell'Università di Catania.

C'è anche il nome di Valeria Grasso, donna e imprenditrice antiracket, ex crocettiana, e potrebbe anche esserci il nome di Pietro Bartolo, medico di Lampedusa, personaggio stimato a livello internazionale per il suo lavoro sui migranti. Si dice, infine, entri in "quota Boldrini" Antonella Monastra, ex consigliere comunale di Palermo.

L’assemblea all'ex convento dei Crociferi conclusa da Claudio Fava, nella qualità di garante nazionale del percorso, ha incentrato i propri lavori soprattutto sul piano programmatico con particolare attenzione al ruolo della Sicilia e alle sfide che una nuova forza di sinistra deve porsi. Anche Grasso ha ribadito la direzione in cui andare in un suo intervento: "Dobbiamo recuperare i voti degli elettori demotivati e non rappresentati del centrosinistra e cercare di riprendere i voti di sinistra andati verso i 5 Stelle". Tutti i nomi sono adesso al vaglio di Roma e presto si saprà la lista dei candidati.

Ecco la lista completa delle persone che hanno dato già la propria disponibilità alla candidatura: Albanese Gandolfo, Alessandro Vittorio, Altamore Caterina, Aluzzo Federica, Apprendi Pino, Barbato Luca, Barcellona Marisa, Battaglia Gianni, Bocchino Fabrizio, Bonetto Anna, Borzi Valentina, Burgio Carmelo, Camilleri Edoardo, Campanella Francesco, Carollo Luigi, Carrubba Giacomo, Casarini Luca, Castorina Paolo, Chiaramonte Mary, Ciatto Giancarlo, Cristaudo Giusy, De Caro Cristina, Di Gesaro Carmelo, Evola Alessandro, Farà Paolo, Faro Franco, Festa Danilo, Fiorellino Giuseppe, Gagli Gaetano, Galati Maria, Gangitano Laura, Giacalone Emanuele, Giacalone Gaspare, Girasole Angelo, Grasso Domenico, Grasso Salvo, Grasso Valeria, Greco Maria, Grimaldi Alfio, Guzzetta Bianca, Ifalco Giuseppe, Imbrò Raimondo, Iurato Resi, La Corte Serafino, La Plena Rosa, La Tona Nino, Landro Nino, Lo Leggio Cesare, Maggio Mariella, Magro Calogero, Manganello Salvatore, Mangano Paolino, Marotta Angelo, Marsala Giuseppe, Maugeri Saretta, Micali Leo, Minio Linda, Minniti Alessandra, Monastra Antonella, Montalbano Giuseppe, Monteleone Maria Teresa, Monterosso Ambra, Napoli Rosario, Notarbartolo Nicolò, Noto Rosetta, Nuccio Daniele, Occhino Sebastiano, Occhipinti Filippo, Orfila Basilio, Pace Elio, Palazzotto Erasmo, Papa Massimo, Petrusa Michele, Pinazzo Maria Teresa, Pirani Bianca Maria, Randazzo Paolo, Riccioli Matilde, Signorello Giovanni, Siracusano Gabriele, Spallitta Nadia, Terminelli Ninni, Timbro Maria Flavia, Urso Miano Sara, Zappulla Pippo, Zizzo Bonaventura. Da sciogliere ancora il nodo Messina, da cui devono arrivare i nomi possibili per la candidatura.