Live Sicilia

Palermo

Multa giusta, codice sbagliato
E pagare diventa più difficile


Articolo letto 5.153 volte
caos, errore, iban sbagliato, multe, pagamento multe, palermo, Cronaca

La Polizia municipale ha distribuito multe con un Iban errato. Disorientando alcuni cittadini.


PALERMO – Il Comune emette le multe ma ne rende difficile il pagamento: è la strana esperienza vissuta da alcuni automobilisti palermitani, che hanno ricevuto delle contravvenzioni con dati per il pagamento errati. Il problema è nei modelli precompilati distribuiti dalla Polizia municipale, che riportano un numero per il bonifico sbagliato.

L’avventura è stata segnalata da un lettore di Livesicilia, un automobilista poco abituato a girare nel centro cittadino che, dopo una svolta sbagliata, è entrato in una zona pedonale ed è stato fermato dalla Polizia municipale. A quel punto gli è stata contestata l’infrazione e gli è stata contestata una multa di 56,7 euro, che il lettore ha deciso di pagare subito per evitare aumenti della cifra. Una volta a casa, l’automobilista ha cercato di pagare con un bonifico collegandosi a un sistema di home banking e copiando il codice Iban riportato sul retro del verbale consegnato dai vigili.

Ma il sistema non accettava il pagamento, lasciando la contravvenzione in sospeso. E dopo una rapida “indagine” su internet, lo stesso cittadino ha scoperto il problema: il codice Iban consegnato dai vigili urbani di Palermo è errato, mancando una cifra, e dunque è del tutto inutile per il pagamento delle multe. Scovato sul sito del Comune il codice giusto, il cittadino ha potuto pagare e chiudere la pratica. Ma se fosse stato meno pratico di internet e home banking non avrebbe potuto pagare velocemente, e avrebbe rischiato una maggiore perdita di tempo e qualche aumento o contestazione per mancato pagamento.

La Polizia municipale precisa che al momento non risultano anomalie nei pagamenti: "Oltre all'Iban l'utente ha a disposizione altri due modi per pagare le sanzioni - dice Salvatore Romano, dell'ufficio stampa di via Dogali -, e se il pagamento con Iban non va a buon fine la banca blocca l'operazione, senza nessun accredito alle casse comunali. Inoltre, abbiamo già ovviato all'errore di stampa sul retro dei verbali stampigliando il giusto Iban con un timbro".