Live Sicilia

PALERMO

Una coltellata al petto
L'uomo ricoverato: "Sono stato io"


Articolo letto 12.435 volte
accoltellamento, borgo nuovo, ferito, ospedale, ospedale cervello, ospedale villa sofia, tentato omicidio, Cronaca, Palermo
L'ospedale Cervello

In Rianimazione P.C, 64 anni, di Borgo Nuovo.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Trasportato in ospedale per una profonda ferita al petto provocata da una coltellata. Un uomo di 64 anni è stato trasferito d'urgenza da Villa Sofia al reparto di Chirurgia toracica del Cervello, dove è stato sottoposto ad un delicato intervento.

P.C. si trova adesso ricoverato in Rianimazione dove viene tenuto sotto stretta osservazione. A lanciare l'allarme al 118, stanotte, sarebbero state due ragazze che si trovavano in casa sua, in largo Pirandello a Borgo Nuovo. Poi è partita la corsa verso il pronto soccorso, da cui è stata subito avvisata la polizia.

Per tutta la notte la squadra mobile e la Scientifica hanno effettuato i rilievi nell'appartamento dell'uomo, che dopo l'intervento chirurgico ha ribadito più volte di essersi accoltellato da solo.

Il 64enne, vedovo,  viene descritto dai vicini come un uomo schivo, segnato dai lutti, dopo aver perso anche un figlio molto giovane. Eppure, su quanto accaduto ieri sera in casa sua, gli investigatori devono ancora fare chiarezza: le due ragazze - non si esclude venissero pagate per la loro compagnia - sono state viste sporche di sangue dai vicini e sono state subito ascoltate dalla polizia, che nell'abitazione ha anche sequestrato un coltello da cucina.

Nel frattempo, l'uomo ha spiegato agli investigatori cosa lo avrebbe spinto a ferirsi: non voleva che le due giovani andassero via per andare a ballare,  poi ha cominciato a bere. Dopo avrebbe impugnato il coltello contro se stesso, ma la sua versione è ancora al vaglio degli inquirenti. Le indagini della squadra mobile guidata da Rodolfo Ruperti proseguono.