Live Sicilia

L'ARCANO

Fiorello: "Ecco perché
non guiderò Sanremo"


VOTA
0/5
0 voti

Da quando Fiorello si è materializzato al Teatro Ariston stregato dal "whatsapp baglioniano", i telespettatori hanno un sogno: rivederlo su quel palco nelle vesti di conduttore.

Per quello, a quanto pare, non basterà un sms poetico o un mazzo di fiori come quello donato ieri dal direttore di RaiUno Angelo Teodoli a Claudio Baglioni per convincerlo a tornare nella Città dei Fiori anche il prossimo anno.

Sono mesi che il direttore generale Mario Orfeo 'corteggia' lo showman siculo per riportarlo in Rai (l'obiettivo del dg è quello di un 'one man show' in quattro puntate da inserire nel palinsesto autunnale, ndr.). Rosario ascolta, stringe mani, sorride, ma niente. Al momento, "si accontenta" di Radio Deejay e i radioascoltori ringraziano.

I telespettatori, invece, dovranno rassegnarsi e attendere ancora un po' per rivederlo in video. Ma sicuramente non a Sanremo. Intercettato nella città ligure dall'inviata di "Domenica Live", il mattatore uccide ogni speranza.

"Il palco di Sanremo azzera tutto - spiega - Tu puoi avere tutta l'esperienza che vuoi, puoi aver fatto 5000 spettacoli ma quando sali su quel palco ritorni ad essere un principiante. E' diverso, non si capisce perchè ma è così. Condurlo io? No, si evince anche dalla mia partecipazione. Non posso. Condurre è diverso. A parte che per fare Sanremo, oltre che condurre devi anche organizzare, devi stare cinque mesi a sentire 5000 canzoni. Non sono il tipo. Presentare il cantante? Non sono il tipo. A me piace fare i pezzi comici, duettare, cantare. Non posso fare quello che presenta gli altri. Faccio Sanremo solo se mi levano i cantanti".

FIORELLO AI MICROFONI DI "DOMENICA LIVE" (VIDEO)