Live Sicilia

La querelle di palazzo dei Normanni

Ars, intesa sul tetto agli stipendi
Straordinari esclusi dal computo



Miccichè ringrazia i dipendenti del Parlamento.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Firmato l'accordo sulla reintroduzione dei tetti agli stipendi del personale dell'Assemblea siciliana: sei sigle sindacali su sette hanno siglato la proposta del Consiglio di presidenza, contrari solo i 5stelle. Il tetto massimo per i dirigenti è di 240 mila euro lordi all'anno, esclusi dal computo indennità di funzione e straordinari (notturno e festivi). L'accordo ha validità di tre anni.

"Sono soddisfatto per il lavoro svolto dall'ufficio di presidenza e dall'on. Giorgio Assenza, che era stato delegato a trattare con le sigle sindacali. Ringrazio i dipendenti per avere accettato il contenimento degli stipendi, pur non essendoci alcuna norma che lo imponesse. Rivolgo un appello al sindacato Sada, affinché, nei prossimi giorni, possa ritornare sui propri passi e firmare l'accordo sottoscritto questa mattina da Assenza e dagli altri rappresentanti sindacali". Lo dice il presidente dell'Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè, che ha accolto con soddisfazione la conclusione della trattativa con i sindacati, che rappresentano i dipendenti dell'Ars, per il ripristino dei tetti agli stipendi. (ANSA).