Live Sicilia

PALERMO

Punta Raisi, telecamere implacabili
In un anno più di 50 mila multe


aeroporto, aeroporto palermo multe, aeroporto palermo multe telecamere, aeroporto punta raisi, cinisi, kiss and fly, multe, multe aeroporto palermo, multe telecamere aeroporto palermo, palermo, sindaco giangiacomo palazzolo, Cronaca, Palermo
L'aeroporto di Punta Raisi

Il Comune di Cinisi incassa oltre 4 milioni per le contravvenzioni nelle aree di sosta dello scalo.


CINISI (PALERMO) - Più di cento verbali al giorno. Una media che ha provocato un totale di oltre cinquanta mila contravvenzioni nell'ultimo anno nei parcheggi dell'aeroporto Falcone-Borsellino, dove dall'inizio del 2016 è attivo il sistema di sosta breve "Kiss and Fly". Un meccanismo che permette all'utente di parcheggiare la propria auto senza dover sborsare un centesimo, a patto che entro quindici minuti vada via. Il tempo di salutare parenti o amici in arrivo o in partenza, insomma.

Dopo un  quarto d'ora, infatti, la targa viene immortalata dalle telecamere collocate sia all'entrata che all'uscita dell'area di parcheggio e la multa di novanta euro scatta in automatico. Lo scorso anno, gli automobilisti che hanno "sforato" sono stati quasi il doppio, ma i numeri restano comunque elevatissimi. Soprattutto considerando che quello delle multe corrisponde ad un totale di quattro milioni e mezzo di euro, incassati dal Comune di Cinisi, nel quale territorio ricade lo scalo.

"Sembrano cifre enormi - spiega il primo cittadino Giangiacomo Palazzolo - ma molti utenti multati non pagano e la somma riscossa equivale al 65 per cento. Inoltre, sosteniamo dei costi non indifferenti per il servizio attivo in aeroporto, nel quale sono in tutto impegnati ventinove agenti del corpo della polizia municipale di Cinisi. Ma c'è di più - prosegue il sindaco - perché siamo in fase di abbattimento dei costi con le Poste, fino allo scorso anno pagavamo un milione e mezzo di euro circa".

I soldi incassati dall'amministrazione comunale tramite le multe elevate in aeroporto vanno in parte alla polizia municipale: "Per legge - sottolinea Palazzolo - va reinvestito il cinquanta per cento degli introiti - mentre l'altra parte risulta essere libera, ma rientra ufficialmente nelle entrate straordinarie. Soldi che non possono quindi essere utilizzati per coprire la spesa corrente".

Nelle aree dedicate al parcheggio dell'aeroporto di Punta Raisi  - oltre al previsto "Kiss and Fly" - è possibile lasciare la propria auto in sosta per un'ora al costo di tre euro. Una tariffa che riguarda la zona più vicina all'aerostazione, la P2 che dispone di quasi ottocento posti auto. Nell'area P3, distante circa cinquecento metri, ma con navetta gratuita che conduce direttamente al terminal, gli utenti possono lasciare il proprio mezzo per due ore, sempre pagando tre euro.