Live Sicilia

LA CONVOCAZIONE

Il Movimento No Muos in piazza
"Antenne ancora in funzione"


manifestazione no muos, manifestazione no muos niscemi, movimento no muos, muos niscemi, muso in funzione, niscemi manifestazione no muos, no muos manifestazione, Caltanissetta

Sabato 31 marzo la manifestazione a Niscemi. "Ancora gravi rischi per la popolazione della zona".

VOTA
0/5
0 voti

NISCEMI (CALTANISSETTA) - Sabato 31 marzo il movimento No Muos scende di nuovo in piazza, a Niscemi, a distanza di 5 anni dalla grande manifestazione di marzo 2013 quando 15 mila persone invasero contrada Ulmo e circondarono la base della marina Usa. "Oggi manteniamo quella fermezza e pensiamo che sia ancora il tempo di lottare - scrive in una nota il Movimento No Muos - perché le antenne e le parabole della morte sono ancora in funzione e continuano ad emanare radiazioni elettromagnetiche nocive, mettendo in pericolo la salute di tutto il popolo siciliano; perché il nostro territorio da Sigonella a Niscemi, passando per il porto di Augusta, è diventato un'immensa base militare; perché i governi che si susseguono continuano ad aumentare le spese militari e a ridurre la spesa sociale: l'Italia spende ogni giorno 68 milioni di euro in militarismo".

"Sin dal primo presidio - prosegue la nota - dalla prima manifestazione diciamo che il Muos è abusivo. Lo gridiamo da anni nelle strade, e lo ribadiamo all'interno dei tribunali, come accadrà questo 5 aprile quando a Caltagirone si svolgerà il processo per abusivismo, per 4 dei 7 imputati, accusati di aver edificato l’impianto del Muos senza autorizzazioni. La storia dei grandi movimenti popolari ci insegna che se si rimane uniti, se si ha il coraggio e la tenacia di lottare, se prendiamo in mano il nostro destino il futuro ci appartiene. Per questo scenderemo ancora in piazza, perché se ci crediamo, se siamo determinati le antenne e le parabole cadranno giù".