Live Sicilia

Palermo

Guida in stato di ebbrezza
Raffica di multe dei carabinieri


controlli etilometro carabinieri, guida in stato di ebbrezza a palermo, multe guida in stato di ebbrezza, Cronaca

L'attività dei militari durante il ponte di Pasqua.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Nel ponte di Pasqua i carabinieri delle Compagnie di San Lorenzo e di Piazza Verdi hanno effettuato una serie di controlli del territorio finalizzati al contrasto e alla repressione degli illeciti al codice della strada. Nella serata di ieri, gli uomini dell’Arma hanno effettuato numerosi servizi nei pressi dei locali della movida palermitana con l’ausilio dell’etilometro. Il dispositivo attuato dai militari del Comando Provinciale di Palermo, svolto anche con l’utilizzo di stazioni mobili, ha permesso di denunciare in stato di libertà 12 conducenti di auto, per guida in stato di ebbrezza, poiché trovati con un tasso alcolico superiore a 0.8 grammi/litro. Altri 5 automobilisti sono stati multati per la stessa violazione, poiché trovati con un tasso di alcol nel sangue compresa tra 0.5 e 0.8. Per tutti, la patente è stata ritirata.

Ancora una volta i comportamenti pericolosi alla guida di auto sono stati numerosi e diverse le contravvenzioni. A bere non sono solo giovani maschi: tra i sanzionati c’erano anche tre donne e l’età era varia: dai 18 ai 50 anni. Altri 5 persone sono state sanzionate perché trovate alla guida senza aver mai conseguito la patente. Anche stavolta, non sono mancate le sorprese: un giovane è stato multato perché, alla guida di macchina elettrica, trasportava altre tre persone, due delle quali nel cofano del mezzo. Un 42enne ha invece battuto il record di infrazioni: è stato trovato alla guida di auto in stato di ebrezza, con patente sospesa, senza assicurazione e con veicolo già sottoposto a sequestro. L’uomo, non contento, dopo aver effettuato la prima prova dell’etilometro, ha pensato bene di darsi alla fuga, ma è stato subito rintracciato e sanzionato anche per la fuga. Per lui la tabella ha fatto registrare una sanzione complessiva di circa 5.000 euro.

Infine nella tarda serata di ieri, i carabinieri delle stazioni di Altarello di Baida e di Borgo Nuovo, hanno fermato R.G., 46enne palermitano, volto noto alle forze dell'ordine perché sottoposto al regime degli arresti domiciliari. L’uomo ha riferito ai carabinieri che si era allontanato da casa, perché anche lui per pasquetta voleva mangiare le “stigghiole”. Su disposizione dell’autorità giudiziaria è stato tratto in arresto e trattenuto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.