Live Sicilia

LA CERIMONIA

L'ultimo addio ad Andrea Fazio
I funerali del sottufficiale morto


augusta funerali andrea fazio, funerali andrea fazio, funerali andrea fazio augusta, funerali andrea fazio militare, Cronaca, Siracusa

Oggi i funerali ad Augusta del 39enne. Presente anche il ministro della Difesa Pinotti.

VOTA
0/5
0 voti

AUGUSTA (SIRACUSA) - Il ministro della Difesa Roberta Pinotti è ad Augusta per partecipare ai funerali di Stato di Andrea Fazio, il sottufficiale elicotterista della Marina militare che ha perso la vita lo scorso 5 aprile. Il capo di prima classe, 39 anni, è rimasto coinvolto in un incidente di volo nel Mediterraneo nel corso dell'operazione "Mare sicuro".

Il feretro di Fazio è stato accolto all'ingresso della chiesa da un picchetto militare e ad Augusta oggi è stato proclamato dal sindaco, Cettina Di Pietro, il lutto cittadino. Alla famiglia del militare si sono stretti anche il capo di Stato maggiore della Difesa, il generale Claudio Graziano e il capo di Stato maggiore della Marina, l'ammiraglio Valter Girardelli. (ANSA).

*Aggiornamento ore 16.01
“A nome del governo regionale e mio personale, desidero rinnovare ai familiari del sottufficiale Andrea Fazio le più sincere condoglianze, unitamente ai sentimenti di profonda vicinanza della comunità siciliana in questo triste momento”. Lo afferma, in una nota, il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, nel giorno dei funerali di stato per la morte del giovane elicotterista della Marina militare, rimasto coinvolto il 5 aprile in un incidente di volo nel Mediterraneo nel corso dell'operazione ‘Mare sicuro’. A rappresentare il governo regionale, il governatore ha delegato l’assessore all’Agricoltura, Edy Bandiera.

“Un affettuoso pensiero di pronta guarigione - continua - va anche ai militari rimasti feriti con l’augurio che possano presto essere restituiti all’affetto dei loro cari e ritornare al lavoro. Un ringraziamento, infine, lo voglio rivolgere a tutti gli uomini e le donne in divisa che, quotidianamente, onorano e difendono la nostra Nazione”.