Live Sicilia

GLI ARRESTI

Due sindaci in manette
La truffa per i fondi pubblici


arrestati sindaci foppolo valleve, arrestato sindaco foppolo, arrestato sindaco valleve, sindaci foppolo e valleve arrestati, sindaco foppolo arrestato, sindaco valleve arrestato

Risulta coinvolta anche la moglie del sindaco ritenuto il promotore del sodalizio.

VOTA
0/5
0 voti

Due sindaci della Bergamasca sono finiti ai domiciliari, sospettati di aver truccato appalti per "conseguire fondi pubblici a danno della Regione Lombardia". Si tratta del primi cittadini dei Comuni di Foppolo e Valleve. Le ordinanze sono state eseguite ad militari dei comandi provinciali della guardia di finanza e dei carabinieri di Bergamo su ordinanza emessa dal gip del Tribunale di Bergamo, Bianca Maria Bianchi.

Dalle indagini è emerso che il sindaco di Foppolo, Giuseppe Berera di 49 anni, e quello di Valleve, Santo Cattaneo di 67, definito nell'ordinanza del gip suo "braccio destro", avrebbero falsificato spese e investimenti per circa 16 milioni e mezzo di euro, percependo indebitamente contributi regionali per oltre 3 milioni e 290 mila euro. I due sindaci avrebbero architettato un disegno criminoso per conseguire fondi pubblici in danno alla Regione Lombardia e per truccare appalti. I due amministratori pubblici, accusati anche di falsificazione di atti pubblici, di abuso d'ufficio e di bancarotta fraudolenta per il fallimento della Brembo Super Ski, una società partecipata, avrebbero operato grazie alla complicità, a vario titolo, di una dipendente del Comune di Foppolo, della moglie di uno dei due principali indagati e di due professionisti, tutti raggiunti da misure cautelari ed interdittive.

Nelle operazioni fraudolente risulta coinvolta anche la moglie del sindaco di Foppolo, ritenuto il promotore del sodalizio, destinataria della misura cautelare dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.