Live Sicilia

NELL'ENNESE

Usura, estorsioni, taglieggiamenti
Leonforte, tre persone in manette


arrestati leonforte, arresti enna, leonforte arrestati, leonforte arrestati usura, leonforte arrestati usurai, usurai leonforte arrestati, Cronaca, Enna

Le vittime erano le persone più bisognose del paese.

VOTA
0/5
0 voti

ENNA - Tre arresti, un obbligo di firma e 6 denunciati a piede libero. É il bilancio dell'operazione "Blood Brothers", compiuta dalla Polizia di Enna, che ha sgominato un gruppo criminale accusato di usura ed estorsione. Gli arrestati sono Carmelo Maimone Baronello, 48 anni, il fratello Angelo 52 anni entrambi di Leonforte e Carmelo Rinaldi 42 anni. Il gruppo disponeva di armi per intimidire le vittime, spesso in stato di bisogno, e farsi consegnare denaro.

Le ordinanze di custodia cautelare sono state emesse dal Gip del tribunale di Enna, Maria Luisa Bruno su richiesta del Pm Orazio Longo. L'attività investigativa svolta dal personale della squadra di polizia giudiziaria del commissariato di Leonforte ha accertato l'attività di un gruppo criminale che prestava denaro a tassi usurari del 100 per cento all'inizio, ma gli interessi aumentavano gradualmente, approfittando della situazione di bisogno delle vittima nei confronti delle quali, in caso di mancato pagamento, scattavano minacce e intimidazioni. Le vittime a volte chiedevano denaro anche per comprare generi di prima necessità.

Nel corso dell'indagine è emersa anche una faida familiare tra i due fratelli Maimone Baronello arrestati oggi ed un terzo fratello, legata alla suddivisione di alcuni beni. Carmelo ed Angelo, come testimoniano alcune intercettazioni, avrebbero minacciato di morte il fratello e altre persone a lui vicine. Sequestrate anche munizioni e armi che erano nascoste in tubi di gomma in alcuni appezzamenti di terreno di proprietà della famiglia Maimone.