Live Sicilia

Palermo

Mattarella c'è, Miccichè no
"Non faccio passerelle..."


gianfranco miccichè sergio mattarella corte dei conti, miccichè mattarella corte dei conti, miccichè mattarella passerelle, miccichè non va da mattarella, Politica

Il presidente dell'Ars diserta l'appuntamento. Un piccolo 'giallo'. Ma forse ci fu offesa. La replica.


PALERMO-
Un piccolo giallo con una coda al veleno. Stamattina, in occasione della visita del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a Palermo, c'era un grande assente: il presidente dell'Ars, Gianfranco Miccichè. Perché?

Secondo l'edizione palermitana di 'Repubblica' ci sarebbe stata offesa. La storia sarebbe questa: il Capo dello Stato è a Palermo per i settant'anni della Corte dei Conti. Il presidente dell'Ars avrebbe dovuto tenere un discorso di saluto, successivamente cancellato dal programma. Da qui, forse, l'offesa, commentata dall'interessato con un laconico: "Le passerelle le lascio agli altri". 

La Corte dei Conti

"Gli interventi sono stati stabiliti dal cerimoniale del Quirinale, nessuna polemica". Così la Corte dei Conti risponde ai cronisti in merito all'assenza alle celebrazioni per i 70 anni nell'edificio della Storia Patria del presidente dell'Ars, Gianfranco Miccichè, che non ha partecipato all'iniziativa perché il suo intervento per un saluto sarebbe stato cancellato. Presente invece il vice presidente dell'Ars, Giancarlo Cancelleri, che interpellato dai cronisti precisa. "Sono qui a titolo personale, e l'ho pure precisato". (ANSA).

Parla Miccichè

“Assolutamente nessuna polemica nei confronti della Corte dei conti. Già da venti giorni sapevo di non essere stato invitato alla cerimonia per festeggiare i 70 anni della istituzione della Corte dei conti in Sicilia. Il motivo? Chiedetelo a loro”. Con queste parole il presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana Gianfranco Miccichè ha voluto mettere fine alle immotivate polemiche che erano state sollevate sulla sua assenza, questa mattina all’istituto di Storia Patria dove, appunto si è tenuta la manifestazione alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. “ Mi dispiace soltanto – ha aggiunto Miccichè – che la Corte dei conti pur sapendo che la Presidenza dell’ARS non fosse stata invitata, abbia fatto sedere in prima fila Giancarlo Cancelleri. Sulla mia assenza di questa mattina, già ieri sera avevo avvertito il Quirinale chiedendo di scusarmi, per la mia assenza, con il Presidente Mattarella, che spero di incontrare in altre occasioni. Tutto normale, dunque, nessuna polemica”.