Live Sicilia

LA TRAGEDIA

Le lacrime di Caccamo per Sarah
"Siamo increduli e sotto choc"


caccamo, dolore a caccamo, incidente, morte sarah indorante caccamo lutto, ospedale civico, sarah indorante, tragedia a caccamo, Cronaca, Palermo

Il paese in provincia di Palermo piange per la giovane. Proclamati tre giorni di lutto.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - "Credo che nulla sia più sconvolgente e doloroso della morte che arriva inaspettata. Umanamente inaccettabile il suo bussare oggi a Caccamo e porti con sé una creatura così giovane". E' solo uno dei messaggi rivolti a Sarah Indorante e alla sua famiglia. Sui social network il dolore dell'intera cittadina è  tangibile, il paese in provincia di Palermo è sprofondato nello sconforto dopo la notizia della morte della giovane, che avrebbe compiuto 15 anni a giugno.

La famiglia di Sarah è molto conosciuta a Caccamo e sin dal giorno del tragico incidente tutta la comunità si è stretta attorno ai genitori: "Preghiamo per te, piccola", aveva scritto Giulia. "Speriamo di rivedere i tuoi occhi aperti e di riabbracciarti", era stato il messaggio dei compagni dell'istituto Alberghiero.

E invece Sarah ha perso la sua battaglia. Ha lottato fino alla fine per la vita, ma le sue condizioni sono precipitate stamattina. "Non è giusto - dice Rosario, un amico di famiglia -. Che destino crudele per una giovane che aveva tanti progetti, tanti sogni. Questi ultimi per Caccamo sono stati giorni di immenso dolore, lo saranno anche i prossimi, non riusciamo a credere a quello che è successo".

Sarah Indorante amava la pallavolo, quel giorno era con un gruppo di amici, stavano giocando in via del Carmine. Per recuperare il pallone è salita sul tetto di un fabbricato abbandonato, ma è successo l'imprevedibile e quel volo ha provocato le ferite che si sono rivelate fatali.

"Il presidente, i dirigenti, i componenti dello staff tecnico, i tesserati, esprimono il proprio, sentitissimo cordoglio alla famiglia della giovane Sarah", scrivono dalla polisportiva Nuova Città di Caccamo. Le attività sportive nella cittadine sono state sospese, come aveva già annunciato già la pro loco. "Non ci sono parole per questo dolore - scrive su Facebook Giusy Rinella - Sarah adesso riposa tra le braccia di Gesù".

"L’amministrazione comunale esprime i sentimenti di più profondo dolore e cordoglio nei confronti dei genitori e dei familiari tutti. A loro va la nostra vicinanza in un momento di così profondo e inaccettabile dolore che ci lascia turbati nell’incapacità di accettare un destino tanto infausto e crudele. La famiglia Indorante con un gesto di estrema generosità e amore nei confronti della vita ha dato il consenso alla donazione degli organi. Sarah, così, continuerà a vivere in altre persone. Nell’interpretare il sentimento di sincera commozione e di vicinanza dell’intera comunità caccamese sono stati proclamati tre giorni di lutto cittadino a decorrere da oggi".