Live Sicilia

LA GIUNTA

Azzerata la Camera di Commercio
Montante decade da presidente


azzerata camera di commercio caltanissetta, caltanissetta camera di commercio, camera di commercio caltanissetta, sciolta la camera di commercio caltanissetta, Caltanissetta

Musumeci firma il decreto dopo le dimissioni di 5 consiglieri. Natoli commissario straordinario.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - È stata ufficialmente sciolta oggi la Camera di Commercio di Caltanissetta. Lo aveva annunciato già ieri in Sala d'Ercole il presidente della Regione Nello Musumeci: "Non appena il segretario generale della Camera di commercio di Caltanissetta ci comunicherà le dimissioni presentate da cinque consiglieri, la giunta regionale adotterà la delibera e io firmerò il decreto di scioglimento del consiglio camerale". E così è stato, la giunta regionale riunita questa mattina ha decretato lo scioglimento dell'ente. Contestualmente è stato nominato commissario straordinario l’ex magistrato Gioacchino Natoli.

Antonello Montante, quindi, non è più presidente della Camera di commercio di Caltanissetta. L'ex presidente di Confindustria Sicilia era rimasto in carica nonostante l'arresto per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione nell'ambito dell'inchiesta 'Double face' della Dda di Caltanissetta. Spetterà ora alla Regione siciliana nominare un commissario. Montante, a questo punto, perderà anche la carica di presidente di Unioncamere Sicilia.

Natoli, palermitano, in pensione da qualche mese, è stato componente del pool antimafia insieme a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, presidente della Corte d'appello di Palermo, con una parentesi da membro togato del Consiglio superiore della magistratura. L’ultimo incarico prima di andare in quiescenza è stato quello di capo del dipartimento ‘Organizzazione giudiziaria’ del Ministero della Giustizia. "Ringrazio il presidente Natoli - ha commentato Nello Musumeci - per la disponibilità e sono certo che la sua autorevolezza e competenza sapranno essere guida sicura dell’ente camerale nisseno, in questa fase particolarmente delicata".