Live Sicilia

IL CASO

La giovane Alice
trovata morta


morta, ragazza, Alice, Signorini, Bergantino, Legnano, morte, genitori, papà, mamma, cuore, crepacuore

Alice era profondamente legata ai familiari recentemente scomparsi.

 

VOTA
0/5
0 voti

E' stata trovata morta nella sua casa di Legnago, in provincia di Verona,
la giovane Alice Signorini. Il padre era morto nel 2015, a 55 anni, dopo una lunga malattia; la madre era stata colpita dal cancro e se ne'è andata lo scorso dicembre. Gli amici non la sentivano più da giorni e, allarmati, hanno chiamato i vigili del fuoco. Gli agenti hanno fatto irruzione nell'appartamento in cui si era appena trasferita e l'hanno trovata senza vita.

Profondamente legata ai familiari, Alice - come mostrano le sue foto postate online sui social - si era tatuata le parole "mamma" e "papà" sul corpo. Bella, sorridente, buffa nei suoi autoscatti, si era laureata all'Università di Verona. "La sofferenza l'ha provata psicologicamente e nel corpo -  raccontano alcuni amici al Corriere della Sera - fino a farle perdere la voglia di vivere". "Non riesco a trovare le parole - hanno scritto sul suo profilo Facebook - ma spero tu ora sia con i tuoi genitori. Ci hai messo tutta te stessa, lo so, è difficile. Goditi la tua pace ora".

Il dolore per la perdita è stato troppo forte, in un primo momento gli amici avevano parlato di "crepacuore", ma c'è anche chi ha svelato che la ragazza da anni soffriva di anoressia. Saranno le indagini a svelare i motivi del decesso.