Live Sicilia

FONDI EUROPEI

Regione, cantieri di servizi al via
Possibilità di lavoro per i più poveri


cantieri di lavoro regione, cantieri di servizi palermo, cantieri di servizi regione, cantieri di servizi regione siciliana, regione cantieri di lavoro, regione cantieri di servizi

Pubblicato sul sito della Regione l'avviso che dà il via alla fase operativa. Comune per comune, ecco tutti i finanziamenti.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Cantieri di servizi al via. L'Assessorato regionale al Lavoro ha pubblicato l'avviso con cui formalmente si fa partire la fase operativa e il finanziamento dei progetti, da svolgersi in 161 comuni della Sicilia, tra cui le città metropolitane di Palermo, Catania e Messina, che daranno lavoro alle fasce più deboli della popolazione. Si tratta, assieme ai cantieri di lavoro e ai contratti di ricollocazione, di una delle più imponenti misure annunciate dal Governo Musumeci - ma con fondi già stanziati nel 2016 e poi rimasti congelati - per il contrasto alla disoccupazione e alla povertà. I fondi messi a disposizione dalla Regione per i cantieri di servizi ammontano a
20 milioni di euro e fanno parte dei fondi europei del Piano di azione e coesione 2014-2020 per la "Promozione dell'occupazione e dell'inclusione sociale". 


I cantieri, che avranno una durata di tre mesi, si occuperanno della realizzazione di piccole opere pubbliche e impiegheranno disoccupati di età compresa fra i 18 e i 66 anni e 7 mesi, iscritti al Centro per l'impiego del Comune in cui sono residenti, con un reddito massimo mensile di 453 euro. La scadenza della domanda è prevista dopo 30 giorni dalla pubblicazione del bando in ogni singolo comune. Il 50% dei posti sarà riservato ai disoccupati più giovani (18-36 anni), il 20% alla fascia fra i 37 e i 50 anni, un altro 20% agli ultracinquantenni. Il restante 10% a portatori di handicap e stranieri regolari con permesso di soggiorno.

Palermo (4.303.769 euro), Catania (1.923.603 euro) e Messina (1.592.161 euro) sono le città a cui sono state destinate le fette più grosse dei finanziamenti, a cui seguono Agrigento (381.726), Marsala (353.664), Modica (353.164) e Paternò (313.311).

La lista dei Comuni interessati e i fondi assegnati

Proseguono, nel frattempo, presso i Centri per l'impiego delle diverse città siciliane le selezioni dei soggetti da impiegare nei cantieri di lavoro. I progetti, "costruzione, sistemazione o manutenzione di modeste opere di pubblica utilità", saranno composti da una formazione d'aula di base e da un'esperienza pratica da svolgere sotto la direzione di istruttori scelti dagli enti a cui è concesso il finanziamento.

Le graduatorie con i nomi degli idonei verranno rese note entro l’estate. Potranno partecipare alla selezione i disoccupati che hanno già fatto, negli anni scorsi, una dichiarazione di disponibilità e sottoscritto il patto di servizio, che abbiano un’età compresa fra i 18 e i 66 anni e 7 mesi. Saranno valutate con priorità le domande di coloro che hanno lavorato di meno negli ultimi 12 mesi. Il 10% dei posti a disposizione è stato riservato ad ex carcerati e a soggetti dimessi da comunità e centri di cura e recupero di tossicodipendenze o alcolismo. Il contratto avrà una durata di tre mesi, per sette ore lavorative al giorno.