Live Sicilia

Rosolini

Bottiglie incendiarie contro l'auto
Intimidazione all'attivista M5s


bottiglie incendiarie rosolini intimidazione enzo caschetto, Siracusa

La solidarietà e le indagini dei carabinieri.

VOTA
0/5
0 voti

ROSOLINI (SIRACUSA)- Due bottiglie incendiarie sono state fatte esplodere stanotte sotto l’auto di Enzo Caschetto, candidato sindaco per i Cinque stelle a Rosolini alle Amministrative dello scorso 10 giugno. L’atto intimidatorio sotto casa dell’attivista politico, che è anche il responsabile della sede locale di Confartigianato, intorno alle 2,30. È stato lui stesso, allertato dal forte botto, a scendere in strada e, con l’aiuto dei vicini, a spegnere le fiamme che erano già divampate sotto la Smart in uso anche alla sorella. Impedendo in questo modo che potessero propagarsi e danneggiare anche le altre auto parcheggiate a fianco.

Immediatamente denunciato ai carabinieri, l’episodio secondo le forze dell’ordine potrebbe ricondursi a qualche screzio e dissapori maturati proprio nell’ambito delle Amministrative nel comune del Siracusano. Il candidato del Movimento Cinque stelle, Caschetto, che alle elezioni si è classificato quarto con il 12,5% dei consensi (eletto al primo turno Pippo Incatasciato con il 41%) ha raccontato ai militari dell’Arma di aver denunciato a mezzo social durante la campagna elettorale ogni comportamento a suo dire elettoralmente scorretto: dagli attacchinaggi selvaggi, al modo di stare davanti ai seggi di alcuni candidati.

Non crede, lui per primo, che l’atto intimidatorio possa essere riconducibile all’attività di direttore provinciale del patronato Inapa di Confartigianato. Bensì all’impegno politico. I vertici dell’associazione di categoria hanno comunque espresso immediata solidarietà: “L’impegno civico dedicato al rispetto delle regole, alla legalità e al sostegno dell’imprenditoria sana evidentemente infastidisce qualcuno e per questo chiediamo al nostro dirigente di non farsi condizionare e ad andare avanti con la sua encomiabile attività al servizio della collettività”, ha detto il presidente di Confartigianato Imprese Siracusa, Daniele La Porta.

Pieno sostegno e solidarietà a Enzo Caschetto sono arrivati anche dal vicepresidente nazionale e dal presidente regionale di Confartigianato Filippo Ribisi e Giuseppe Pezzati. Solidarietà anche dalla portavoce 5 Stelle, deputata nazionale, Maria Marzana. Caschetto, che dopo il risultato delle elezioni aveva pensato di fare un passo indietro dall’attività politica, oggi ha cambiato idea: “Questo episodio mi spinge a continuare la battaglia. Non lascio il campo a questa gente”, ha detto. Negli ultimi mesi a Rosolini gli atti incendiari di questo tipo si ripetono con frequenza: vittime anche funzionari del comune, tra cui il vice comandante dei vigili urbani.