Live Sicilia

AGRICOLTURA

A Palermo corteo contro la crisi del settore


VOTA
0/5
0 voti

agricoltura, cia, confagricoltura, corteo, palermo, Le brevi
"Più attenzione per l'agricoltura siciliana": è la richiesta di migliaia di agricoltori arrivati a Palermo da tutta la Sicilia con oltre 150 pullman. La manifestazione - il lungo corteo sfila da piazza Indipendenza a piazza Verdi - è organizzata dalle associazioni di categoria Cia e Confagricoltura. "Nel 2009 - dice Carmelo Gurrieri, presidente regionale Cia - abbiamo registrato un calo del 30% dell'occupazione, che si traduce in 3 milioni di giornate lavorative in meno. La crisi di mercato, poi, ha inciso per circa 900 milioni di euro di crollo del reddito per le imprese agricole. Chiediamo al governo nazionale - aggiunge - di approvare una legge sullo stato di crisi del mercato, e al governo regionale di sospendere i pagamenti ai consorzi di bonifica e di congelare gli aumenti delle tariffe dell'acqua per uso irriguo". Alla testa del corteo, insieme con gli agricoltori, anche numerosi amministratori comunali e rappresentanti politici di diversi partiti. "Siamo stati noi ad invitare i politici - aggiunge Gurrieri - serviva un'assunzione diretta di responsabilità della classe dirigente di fronte a questa crisi drammatica". "Dobbiamo lasciare da parte il politichese, nella finanziaria regionale non chiediamo generiche misure o provvedimenti: chiediamo soldi per l'agricoltura siciliana". Lo ha detto Gerardo Diana, presidente regionale di Confagricoltura, partecipando alla manifestazione di oggi a Palermo. "Questa terra non è nostra - ha aggiunto - l'abbiamo presa in prestito, dobbiamo consegnarla ai nostri figli. E in eredità non possiamo lasciare debiti e mutui". La manifestazione di oggi è stata organizzata da Cia e Confagricoltura con l'adesione di Agci-Agrital, Confcooperative-Fedagri, Legacoop-Agroalimentare. "Ci aspettiamo - ha concluso Diana - che il neo ministro Galan faccia per la nostra agricoltura quello che non ha fatto l'ex ministro Zaia".