Live Sicilia

Tragedia nel Messinese

Precipita elicottero a nolo
Morte quattro persone


VOTA
0/5
0 voti

elicottero, eolie, messina, tragedia, Cronaca
Un elicottero a noleggio per raggiungere le isole Eolie è precitato stamattina a Giammoro nel Messinese. Nell'impatto sono morti il pilota e tre passeggeri. Dopo l'impatto l'elicottero si è incendiato. Le vittime sono due uomini e due donne. Sono morti carbonizzati. Sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri. Dalle prime informazioni sul disastro avvenuto nel messinese, sembra che l'elicottero ha urtato un capannone subito dopo il decollo ed è precipitato.

Secondo prime indiscrezioni, l'elicottero precipitato causando la morte di quattro persone era stato noleggiato da un privato di Bari, Stefano Soglia, alla ditta costruttrice di yatch "Aicon" con sede nella zona industriale di Giammoro frazione del comune di Pace Del Mela (Me). L'amministratore dell'Aicon è Lino Siclari.
L'elicottero sarebbe partito da uno spiazzo vicino a un capannone della "Nuova Cometra", ditta che realizza interni per mezzi di trasporto tra cui le imbarcazioni di lusso, e sarebbe dovuto atterrare a Salina intorno alle 8,45. Lo spiazzo da cui è partito il velivolo non sarebbe certificato come pista di decollo o atterraggio.

L'Agenzia nazionale per la sicurezza del volo ha aperto un'inchiesta tecnica sull'incidente. Un investigatore dell'Agenzia - riferisce la stessa agenzia - sta raggiungendo il luogo dell'evento "per svolgere il primo sopralluogo operativo e raccogliere le evidenze disponibili nell'ambito dell'attività di indagine".

Del velivolo rimane ben poco perché dopo lo schianto si è incendiato. Dallo spiazzo antistante lo stabilimento si vede la coda dell'elicottero e un ammasso di rottami bruciato. Anche dei corpi degli occupanti sarebbe rimasto ben poco.
A Giammoro sono giunti vigili del fuoco, carabinieri e polizia che hanno circondato la zona dell'incidente impedendo a chiunque di avvicinarsi. Il sostituto Michele Martorelli, della procura di Barcellona Pozzo di Gotto (Me), è appena giunto sul luogo dell'incidente.

I carabinieri avrebbero identificato una delle quattro vittime dell'incidente dell'elicottero precipitato a Giammoro: si tratterebbe del pilota del velivolo Domenico Messina, di 35 anni, di Barcellona Pozzo di Gotto (Me).
Gli investigatori stanno ascoltando le testimonianze di dipendenti della Nuova Cometra per appurare le identità degli altri morti.

Il Robinson R44 sarebbe dovuto atterrare sull'isola di Salina in uno spiazzo che si trova a Malfa vicino alla pista utilizzata dal servizio di emergenza sanitaria del 118. E' questo l'unico eliporto autorizzato.
Secondo una norma del 2006 però i comandanti degli elicotteri, sotto la propria responsabilità, hanno il permesso
di atterrare in aeree non soggette a particolari vincoli paesaggistici o di altro genere. Il Robinson R44 è un elicottero leggero monomotore da turismo, quadriposto e con rotore bipala, utilizzato anche come addestratore, prodotto dall'azienda statunitense Robinson Helicopter Company dal 1992 e tutt'ora in produzione.
La struttura è realizzata in tubi saldati in acciaio sulla quale anteriormente è montata una cabina di pilotaggio a
quattro posti affiancati su due file. La versione normalmente prodotta prevede un paio di pattini di atterraggio o in alternativa due galleggianti.

L'elicottero che si è schiantato a Giammoro, frazione di Pace del Mela provocando la morte di 4 persone, si era alzato in volo da appena due minuti dallo spiazzo antistante il capanno industriale della ditta "Nuova Cometra". Lo sostengono alcuni dipendenti dell'azienda. Il velivolo si sarebbe alzato in volo verso le 8,15, dicono i testimoni che hanno sentito l'accensione del motore e le pale che giravano, poi dopo circa due minuti hanno udito lo schianto contro il metallo del capannone e il boato per lo scoppio del serbatoio. Gli operai sono poi usciti e hanno visto le fiamme altissime e hanno chiamato i vigili del fuoco che però non hanno potuto che spegnere gli ultimi focolai.