Live Sicilia

Festival

Il Womad torna a Palermo,
al Gran Teatro Villa Filippina


VOTA
0/5
0 voti

Aretuska, Mam-bop, Orchestra Baobab, Orchestre National de Barbés, palermo, Rachid Taha, roy paci, Trilok Gurtu, villa filippina, womad 2010, Cultura e Spettacolo
Dopo sette anni d'assenza, il Womad torna a Palermo. Al Gran Teatro Villa Filippina di Piazza San Francesco di Paola n. 18 è tutto pronto per la XIII edizione del Womad in Sicily, festival internazionale di world music, arte e danza, che aprirà i battenti il 2 Settembre. Per quattro giorni, dal 2 al 5 settembre, si esibiranno grandi nomi della “musica del mondo” quali Trilok Gurtu (India), Rachid Taha (Algeria), Roy Paci e Aretuska, oltre a tre orchestre di grande lustro quali l’Orchestra Jazz Siciliana “Mam-bop” (unica orchestra jazz residente in Sicilia), l’Orchestra Baobab (Senegal) e l’Orchestre National de Barbés (Algeria, Francia, Marocco).

Womad è il marchio con cui Peter Gabriel ha contrassegnato il festival etnico itinerante più apprezzato in Italia e in Uk dove ha vinto recentemente un premio quale miglior festival. Con le sue atmosfere magiche e colorate, i Womad Festival trasmettono l’idea di una globalizzazione dal volto buono dove l’integrazione tra culture differenti diventa punto di partenza per esperienze estetiche di grande intensità emotiva. Come il fratello maggiore inglese, il Womad in Sicily ha rafforzato ed ampliato il proprio progetto iniziale preoccupandosi di anno in anno di trovare spazi e prospettive alla musica world più interessante e massimamente alla musica world siciliana.

Finanziato con i fondi del PO FESR 2007/2013 dell’UE, l’edizione palermitana si arricchisce quest’anno di una prima giornata interamente dedicata alla musica nata e prodotta in Sicilia dando spazio tra gli altri a Ipercussonici: gruppo catanese selezionato dalla casa madre inglese del Festival per partecipare al Womad di Charlton Park, UK.

Il cartellone della prima serata prevede i seguenti concerti:

- Akkura (Palermo)

- Ipercussonici (Catania)

- Orchestra Jazz Siciliana “Mam-bop” (Sicilia)

Giorno 3 Settembre si esibiranno sul palco:

- Trilok Gurtu Arkè String Quartet (India)

- Lo Cor de la Plana (Francia)

- Orchestre National de Barbès (Algeria – Marocco – Francia)

Il
4 Settembre sarà la volta di:

- 17 Hippies

Band tedesca di 17 elementi, 17 Hippies suonano una miriade di strumenti acustici con cui generano un sound di stampo prettamente di Centro Europa che sembra essere il punto d’incontro perfetto tra The Pogues e Taraf de Haidouks. Nel loro stile c’è qualcosa del cabaret di Weimar e della chanson francese, contaminazioni della musica balcanica ritmano il loro sound generale.

- Orchestra Baobab

Gruppo senegalese formatosi nel 1970, suona uno stile fusion afro-cubano. L’Orchestra Baobab è particolare perché i suoi musicisti provengono da un miscuglio molto ampio di culture, che riflette le differenze etniche del Senegal.

Balla Sidibe, Rudy Gomis e successivamente Charly NDiaye (basso) vengono da Casamance, la provincia meridionale del Senegal, con il suo ricco repertorio di canzoni Mandinka, Mandiago e folk dei Diola (tribù locali). Medoune Diallo rappresenta la musica Toucouleur del nord del Senegal. Issa Cissoko (sax tenore) e i suoi cugini Mountaga Kouate (batteria) e Seydou Norou “Thierno” Kouate vengno dalla tribù Malinke del Mali.

- Rizwan-Muazzam Qawwali

Qawwali è la musica sacra dei sufi Cishtiyya del sub continente indiano e in origine era suonata principalmente presso i mausolei Sufi nella zona corrispondente agli attuali Pakistan e India, ora ha una popolarità indiscussa. Recentemente riportata a un momento di popolarità internazionale attraverso il lavoro dei pakistani Rizwan-Muazzam Qawwali prodotti dalla Real World. La musica di RMQ è trascinante, durante le performance gli ascoltatori e spesso anche i musicisti, sono trasportati in uno stato detto di wajad, uno stato di trance, dove ci si sente “uno con Dio”, e questa è considerata la vetta dell’estasi spirituale sufi.

Giorno 5 Settembre per l'ultima giornata del Womad si esibiranno:

- Dobet Gnahoré

- Rachid Taha

- Roy Paci e Aretuska

Immancabili come ogni anno i workshops pomeridiani tenuti dagli artisti stessi del festival che intratterranno il pubblico con sezioni musicali dedicate alla musica e agli strumenti dei loro paesi di provenienza.

Inizio Workshops: ore 19.00
Inizio spettacoli: ore 20.00
Costo del biglietto: € 10,00 inclusi diritti di prevendita
Gli spettacoli andranno in scena anche in caso di pioggia

Prevendite:
- Circuito Box Office Sicilia, via F. Lo Jacono n. 53 Palermo o www.circuitoboxofficesicilia.it (Info: Tel. 091.335566)
- Botteghino Gran Teatro Villa Filippina, P.zza San Francesco di Paola n. 18 Palermo (Info: Tel. 091.6116565 - Cell. 346.7216610)