Live Sicilia

Chi è che muore di fame?

Gli onorevoli gnam gnam...


VOTA
0/5
0 voti

, Politica
Qualcuno che non rischia ha detto: "La Sicilia sta morendo di fame". E' una banale rivisitazione del Pertini ormai canuto che tuonò in un celebre discorso presidenziale: "Per alcuni, la libertà è libertà di morir di fame". Ma Sandro Pertini aveva fatto il partigiano, sapeva giocare a scopone come i comuni mortali e dunque si può sospettare che gliene importasse davvero qualcosa. Questa nuova boutade è solo retorica, è una stucchevole battuta, è quasi una presa in giro usata in un contesto improprio per impancare demagogia. In ultimo è un'offesa a chi di fame muore davvero.

L'unica fame che conosciamo benissimo, in nome della quale si consumano massacri tremendi e solennissime porcherie, appartiene a lorsignori onorevoli siciliani, nessuno escluso. Gli onorevoli gnam gnam. Che cos'è il rinomato Lombardo quater se non l'azione di una gigantesca mascella che si appresta a spolverare le briciole, i rimasugli sulla tavola? Da cosa nasce il significato dell'operazione? Da cosa sortisce l'opposizione ad essa? La fame è la risposta. Un formidabile appetito di potere che mai si placa, nonostante i reiterati sacrifici umani alla divinità.

Purtroppo, non abbiamo notato anime nobili nel frangente. Nemmeno Miccichè che ha condiviso una trama di palazzo con Raffaele Lombardo, salvo poi accusarlo della stessa colpa quando ha capito che stava per essere scaricato. Il moralismo di Gianfranco Miccichè è come la chiarezza espositiva del suo ex compagno di viaggio ieri all'Ars: inesistente.

Ieri, per l'appunto,  Raffaele Lombardo si è espresso male. Con locuzioni malcerte, con uno stile involuto, con scarsa sostanza,  e ha dato seguito a un chiaro intento provocatorio che ha incendiato i malaccorti banchi dell'opposizione, muovendo a un sorriso francamente discutibile per l'istituzione che rappresenta il presidente dell'Ars, Cascio. Se questi sono gli uomini, speranza non ce n'è.
Anche il Pertini vecchissimo e  obnubilato degli ultimi giorni (senza contare quello tutto intero, chè il confronto è immane) sarebbe al cospetto di tali esempi un campione di lucidità.