Live Sicilia

Pino Apprendi sugli ex Pip

"Coinvolti politici trasversali
Se questo è il buongiorno..."


VOTA
0/5
0 voti

ex pip, lavoro, mimmo russo, Pino Apprendi, Politica
Onorevole Apprendi, come ha saputo la vicenda dei Pip e dell'associazione Trinacria?
“Attraverso un articolo di giornale. Si vedeva in bella vista la foto di Mimmo Russo che sponsorizzava la nascita dell'associazione Social Trinacria e le conseguenti stabilizzazioni dei Pip”.

Proprio Mimmo Russo scrive su facebook di assunzioni a tempo indeterminato, mentre la copertura finanziaria è per tre anni. Come mai?
“La legge prevede che la copertura finanziaria possa poi essere prorogata”.

Ma la finanziaria non bloccava le assunzioni?
“Sì, ma in questo caso si tratta di stabilizzazioni, sotto quel profilo sono legittime”.

Intanto oggi la situazione è degenerata.
“Più che degenerata, c'è un dipendente regionale che è stato schiaffeggiato da questi delinquenti ed è stato scortato a casa dalla polizia”.

Lei ha parlato di rischi specifici legati a questa vicenda.
“Il rischio è quello di un nuovo caporalato. Ricorda cosa succedeva coi precari del Comune, legati alle vecchie cooperative? L'amministrazione versava gli stipendi alle cooperative, le quali successivamente pagavano i precari, che erano così assoggettati a logiche politiche. Mentre ero vice presidente del consiglio comunale ricordo che riuscimmo ad ottenere il versamento degli stipendi direttamente sui conti correnti, così da rendere questa gente libera”.

Mentre così...
“Così il rischio è che si torni indietro, che si renda questa gente nuovamente schiava di altre logiche. Senza contare che si tratta di fondi pubblici, che serviranno a pagare stipendi per i quali non c'è stato alcun bando pubblico”.

Chi sono le persone che compongono il consiglio d'amministrazione della “Trinacria”?
“Io temo che dietro ciascuno di questi soggetti ci sia una precisa appartenenza politica”.

Cosa glielo fa credere?
“Questo silenzio assordante attorno all'intera vicenda. Il fatto che nessuno abbia commentato mette una pulce in testa: che, in qualche modo, ad essere coinvolti in questa operazione siano in tanti”.

Il suo timore è che i soggetti politicamente coinvolti siano trasversali sia a destra che a sinistra?
“Esatto. È davvero strano che nessun partito abbia sentito l'esigenza di manifestare il proprio dissenso”.

Cosa si dice tra le stanze del suo partito?
“Niente, gliel'ho detto. E devo ammettere che, per essere all'alba di un nuovo progetto politico, che vuole essere innovativo, non è proprio un bell'inizio. E non c'è niente da festeggiare”.

M.D.P.