Live Sicilia

Arrestati dai carabinieri a Palermo

Ladri sì, ma tutto in famiglia


VOTA
0/5
0 voti

famiglia, ladri, palermo, Cronaca

Andrea Tomaselli



Ladri in famiglia, tutti insieme appassionatamente per rubare. Che è successo? Lasciamo la cronaca al comunicato

Emanuele Tomaselli



fresco fresco dei carabinieri: "Sono le 22.30 circa quando la locale Centrale Operativa riceve una telefonata di alcuni condomini di un palazzo di via Maggiore Giuseppe Amari che segnalavano la presenza di alcune persone sospette aggirarsi nei pressi nell’appartamento sito al piano ammezzato dell’edificio, momentaneamente non abitato. Immediatamente una pattuglia della Stazione di Palermo Mezzo Monreale si è recata sul posto e nota un gruppo di tre persone passarsi degli oggetti da una finestra dell’appartamento segnalato. I Carabinieri sono entrati allora nell’appartamento e subito notano la presenza di due persone, una donna ed un uomo, mentre un terzo ragazzo era fuori la finestra dell’appartamento. Alla vista dei militari l’uomo all’interno dell’abitazione scappa repentinamente dalla porta d’ingresso, mentre gli altri due complici vengono bloccati dai Carabinieri.   I due sono stati identificati in Rosalia La Vardera, palermitana classe 1965 e il figlio Emanuele Tomaselli, palermitano classe 1991 entrambi residenti in via Palmerino, e nella circostanza la donna confessa che l’altro uomo era suo marito ed era scappato perché intimorito dai Carabinieri (giustamente, ndr).

Da un primo sopralluogo i Carabinieri hanno notato che i tre si erano introdotti all’interno dell’abitazione tramite l’effrazione della finestra utilizzando un piede di porco ed un cacciavite a stella, entrambi rinvenuti nelle vicinanze della finestra.
L’abitazione era completamente a soqquadro e i tre ladri stavano trasferendo con un “passamano” la refurtiva dall’appartamento alla macchina parcheggiata fuori. Ed infatti, a seguito di perquisizione veicolare, i Carabinieri hanno rinvenuto tre casse d’orologio, un quadro, un bracciale in oro ed un binocolo, il tutto per un valore di circa 10.000 euro. La madre ed il figlio sono stati perciò portati in caserma per le formalità di rito mentre venivano messe in atto le ricerche del marito datosi alla fuga.
Dopo poco  Andrea Tomaselli, palermitano classe 1959, anche lui residente in via Palmerino, si consegnava spontaneamente ai Carabinieri confermando la sua presenza all’interno dell’appartamento". Padre e madre sono stati arrestati. Per il figlio l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.