Live Sicilia

La replica

Ciancimino jr: "Non sono un falsario"


VOTA
0/5
0 voti

manipolazione, massimo ciancimino, palermo, pizzini, processo mori, Cronaca
“Non ho manipolato nulla”. Massimo Ciancimino risponde a quanto emerso nell'udienza del processo contro il generale Mori in cui i tecnici della polizia scientifica hanno riportato i risultati delle analisi sui 55 documenti consegnati dal figlio dell'ex sindaco di Palermo alla procura di Palermo, giudicando manipolato uno di questi. “Io non ho prodotto nessun documento – spiega Ciancimino jr – come ho già detto altre volte si tratta di materiale raccolto per mettere a punto il libro 'Le verità di Don Vito'. Se c'è stata una manipolazione, è stata fatta a suo tempo”.

"Sono stato io stesso a dire ai pubblici ministeri di Palermo - ha aggiunto Massimo Ciancimino - che il documento in cui si leggono, da un lato i miei appunti, dall'altro lo scritto di mio padre, era frutto della sovrapposizione di due fogli fotocopiati insieme".

Massimo Ciancimino non ci sta a passare per 'falsario' e chiede: “Ma per ottenere cosa avrei fatto questa manipolazione? Quale sarebbe il fine? Quando ho raccolto questo materiale non l'ho certo raccolto con l'ipotesi che potesse essere usato come elemento probatorio. Non per perseguire Mori, né altri. Ci saranno certamente parti scritte di mio pugno, ma sempre in buona fede”.