Live Sicilia

FONDI EUROPEI

Regione, 36 milioni per le aree artigianali


VOTA
0/5
0 voti

aree artigianali, fondi por, sicilia, Economia, Le brevi
Poco più di 36 milioni per il completamento o la realizzazione di 8 aree attrezzate artigianali in altrettanti comuni siciliani. "Si tratta dei fondi previsti dalle misure 5.1.2.2 e 5.1.2.3 del P.O.-Fesr 2007/2013 - spiega l'assessore regionale alle Attività produttive, Marco Venturi - con i quali sono stati finanziati complessivamente 51 progetti: 29 per il completamento di aree con le opere di urbanizzazione primaria, 23 per la realizzazione di nuovi insediamenti". Inizialmente erano stati messi a bando circa 90 milioni, il 70 per cento della dotazione complessiva. Gli uffici avevano stilato e approvato la graduatoria dei progetti ammissibili. Grazie allo sblocco del rimanente 30 per cento, autorizzato dalla Giunta di governo, è stato possibile far scorrere la graduatoria, finanziando con i 36 milioni adesso disponibili anche i progetti in un primo momento ammissibili, ma non finanziabili. Nello specifico verranno erogati ai comuni: 3 milioni 980 mila euro per il completamento dell'area artigianale di Aragona (Ag); 3 milioni 388.568 per la nuova area artigianale di Melilli (Sr) e 2 milioni 160 mila euro circa per quella di Augusta (Sr); 2 milioni 976 mila euro per la nuova area artigianale di Piazza Armerina (En), 3 milioni 800 mila euro per quella di Caltagirone. Per realizzare nuove aree artigianali in 3 comuni del messinese, Ucria, Basicò e Santo Stefano di Camastra, via libera ai finanziamenti rispettivamente per 1 milione 950 mila, poi 849 mila, quindi 3 milioni 798 mila euro. "Complessivamente abbiamo finanziato progetti per circa 127,5 milioni. Abbiamo utilizzato tutte le risorse disponibili per le due misure - aggiunge Venturi - e questo è certamente un buon risultato per una Regione che ha, a detta di molti, difficoltà a spendere le ingenti risorse messe a disposizione dal P.O.-Fesr".