Live Sicilia

Le stabilizzazioni

Ex Pip, le firme sui contratti


VOTA
0/5
0 voti

contratti, ex pip, firma, Palermo, Politica


Alla fine contratti furono. Per il popolo dei 3200 ex pip è giunto il momento di tirare un sospiro di sollievo: questa mattina, infatti una loro collega,
Alessia Citati, è stata la prima a firmare il contratto a tempo indeterminato con la "Social Trinacria Onlus", l'associazione che gestirà l'avviamento al lavoro dei 3218 precari appartenenti al bacino dell'ex Emergenza Palermo. Tutti gli altri contratti saranno firmati entro la prossima settimana, mentre per questo mese il personale dovrebbe ricevere – come anticipato ieri da Livesicilia – un contributo una-tantum (che secondo indiscrezioni potrebbe ammontare a 742 euro). I fondi per la stabilizzazione, messi a disposizione della Regione, ammontano a 24 milioni di euro per il 2010 e a 36 milioni per il 2011 e il 2012. I lavoratori saranno distribuiti in circa 40 enti, tra cui i dipartimenti regionali, alcuni comuni della provincia di Palermo, l'ospedale Civico e l'Istituto dei ciechi e nelle scuole regionali cittadine.

Oggi Raffaele Lombardo assicura: “Lo stanziamento è inalterato, ma risparmieremo la spesa in quanto è venuta meno l'intermediazione della precedente società”. La vicenda degli ex pip, tra l'altro, sembra avere messo ulteriore benzina sul fuoco nell'eterna bagarre tra Lombardo e Cammarata. Così il governatore ha approfittato dell'occasione per ricordare che proprio dal comune di Palermo si aspettano ancora risposte in merito alla destinazione dei lavoratori stabilizzati: “Abbiamo offerto al comune di Palermo la possibilità – ha detto Lombardo – di avvalersi delle prestazioni degli ex Pip ma finora c'è stata solo una disponibilità generica mentre non invieremo personale nelle scuole statali. Adesso contiamo sul senso di responsabilità di questi lavoratori affinché il progetto vada avanti e sia utile alla comunità”.

Anche Andrea Piraino,(nella foto) neo assessore al Lavoro finito sotto scorta proprio per la 'patata bollente' degli ex pip, si è detto soddisfatto: “La Regione – ha detto – ha mantenuto gli impegni, nonostante il momento di difficoltà finanziaria. Adesso, alla volontà della Regione, deve corrispondere l'impegno dei lavoratori che finalmente sono usciti da una lunga fase di precariato”.