Live Sicilia

Il giorno di Miccichè

"Stiamo con Berlusconi
ma lui deve cambiare"


"Mi faccio totalmente carico della ricostruzione del quadro politico del centrodestra in sicilia. non credo si possa continuare in questo modo. Bisogna mettere ordine. La forza del sud è anche la forza della serenità, della pazienza, dello stomaco, a volte bisogna inghiottire rospi. Mettiamoci insieme per una proposta per le prossime elezioni nazionali".


forza del sud, micciché, palermo, teatro politeama, Politica
12.11 - Gianfranco Miccichè ha concluso il suo intervento tra gli applausi della platea.

12.10 - ''Voglio stare con Berlusconi ma lui deve cambiare, con tutte le ragioni che ha. Potrebbe cambiare lo stile di vita che a lui piace, ma a noi ci fa stare male''.

12.05 - ''L'idea di creare un partito nacque durante un Consiglio dei ministri. In una disputa tra me e i rappresentanti della Lega, Berlusconi scelse loro. Mi disse: Gianfranco, loro sono un partito e tu no. Ecco oggi siamo un partito''.

12.00 - "Serve burocrazia zero per gli investimenti privati. La derattizzazione della pubblica amministrazione".

11.57 - "Mi faccio totalmente carico della ricostruzione del quadro politico del centrodestra in sicilia. non credo si possa continuare in questo modo. Bisogna mettere ordine. La forza del sud è anche la forza della serenità, della pazienza, dello stomaco, a volte bisogna inghiottire rospi. Mettiamoci insieme per una proposta per le prossime elezioni nazionali".

11.50 - "Alla Regione ci sono 13 miliardi di euro bloccati.1,7 miliardi nelle Sovrintendenze e 9 miliardi di euro all'assessorato Territorio e Ambiente. Sono fondi fermi perchè c'è una classe dirigente che non decide nulla".

11.40 - ''A chi crede che la mafia sia stata sconfitta chissà da chi, dico che l'abbiamo sconfitta noi, i siciliani. Non è venuta la Nato, i morti ammazzati sono i siciliani e sono i nostri magistrati e le nostre forze dell'ordine a lottare contro la mafia. I morti ammazzati sono nostri, a parte Carlo Alberto Dalla Chiesa che non viene ricordato come si dovrebbe''.

11.36 - ''Abbiamo fatto un miracolo, un momento bello ed emozionante. Speriamo che vada tutto bene, ma io sono sempre stato ottimista e quindi andrà tutto bene''. Lo ha detto poco prima di entrare nel teatro Politeama a Palermo, il sottosegretario Gianfranco Micciche', che oggi presiede l'assemblea costituente del suo nuovo partito: Forza del Sud.

11.34 - ''Il Pdl ha ancora senso? Come no! E' il primo partito in Italia, qui in Sicilia è abbastanza scombinato. E poi attento Berlusconi''. Così il sottosegretario Gianfranco Miccichè ha risposto ai giornalisti prima di entrare nel teatro Politeama dove è riunita l'assemblea costituente del nuovo partito Forza del Sud.

11.23 - Prende la parola Gianfranco Miccicchè: "Finalmente quel partito del Sud vede il suo momento costituente - ha esordito un emozionato Miccichè -. Siamo anche più di quelli che potevamo immaginare. Non tutti credevano che saremmo riusciti a trovare la tenacia e la forza di arrivare fino in fondo. Forse non ci conoscevano bene. Siamo qui a conclusione di un percorso di maturazione politica che ci ha visti lavorare tutti insime con tanti di voi, giorno dopo giorno, nonostante attacchi di ogni genere, incomprensioni tra di noi e malumori, ma sempre uniti dall'amicizia. Abbiamo costruito, mattone dopo mattone, abbiamo un'avventura politica emozionante e affasinante".

11.13 - E' iniziata al teatro Politeama la presentazione di Forza del Sud, il nuovo movimento di Gianfranco Miccichè. In apertura sono stati letti i messaggi di saluto di Umberto Scapagnini e Antonio Martino.

Stamattina, dal teatro Politeama di Palermo, partirà ufficialmente l'avventura di Forza del Sud, il nuovo movimento politico-territoriale creato dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianfranco Miccichè.
Tra gli ospiti presenti all'evento i ministri Stefania Prestigiacomo e Mara Carfagna, in platea prevista una folta schiera di parlamentari nazionali eletti nell'isola e nelle altre regioni del Mezzogiorno. Presenti, anche, oltre 600 tra sindaci e amministratori pubblici della Sicilia che hanno scelto di aderire al progetto di Gianfranco Miccichè. Al teatro Politeama, che può contare di una capienza massima di 1200 posti, si prevede il tutto esaurito. Sarà istallato a piazza Ruggero Settimo un maxi schermo che trasmetterà in diretta l'evento. Al loro arrivo tutti i partecipanti riceveranno dei gadget con il simbolo dei Forza del Sud. Verranno messi a disposizione più di tremila bandiere, e cinquemila smile.