Live Sicilia

Immigrazione

Al via i trasferimenti da Lampedusa
Tunisini in rivolta a Pantelleria


Ha lasciato il molo di Cala Pisana, a Lampedusa, la nave Moby Fantasy con 1149 migranti arrivati nei giorni scorsi sull'isola. Nel centro di contrada Imbriacola sono rimasti in 450 extracomunitari.A Pantelleria si registrano ancora le proteste dei migranti tunisini. Gli oltre 40 extracomunitari fuggiti dalla caserma Barone, a cui ieri è stato appiccato il fuoco da un gruppo di extracomunitari, sono nel centro del paese e manifestano per chiedere una sistemazione migliore e cellulari per potere chiamare i familiari.

VOTA
0/5
0 voti

agrigento, barcone, caserma barone, guardia di finanza, guartdia costiera, immigrazione, lampedusa, pantelleria. protesta, tunisia, Cronaca
Ha lasciato il molo di Cala Pisana, a Lampedusa, la nave Moby Fantasy con 1149 migranti arrivati nei giorni scorsi sull'isola. Nel centro di contrada Imbriacola sono rimasti in 450 extracomunitari.

Stamattina erano sbarcati 111 migranti dopo essere stati soccorsi da una motovedetta della Guardia Costiera e dalle unità navali della Guardia di Finanza quando si trovava a una distanza di circa venti miglia.

A Pantelleria si registrano ancora le proteste dei migranti tunisini. Gli oltre 40 extracomunitari fuggiti dalla caserma Barone, a cui ieri è stato appiccato il fuoco da un gruppo di extracomunitari, sono nel centro del paese e manifestano per chiedere una sistemazione migliore e cellulari per potere chiamare i familiari. I carabinieri tengono sotto controllo la situazione: al momento la protesta è pacifica.

Quindici migranti, invece, sono rimasti nella caserma in cui erano stati trasferiti perché il vecchio centro di accoglienza, danneggiato da un altro incendio appiccato sempre per protesta, é inagibile. La situazione è allarmante: in serata i migranti dovranno essere riportati nella caserma che ha solo un locale idoneo.

La capitaneria di porto di Mazara del Vallo ha sequestrato il peschereccio battente bandiera tunisina di una ventina di metri che ieri sera é stato intercettato dalla Guardia costiera di Mazara del Vallo, a circa 2 miglia dalla costa. Sul natante si trovavano cinque componenti dell'equipaggio e sette immigrati.

Gli extracomunitari sono stati momentaneamente accolti in una struttura comunale.

La polizia ha smentito la notizia secondo cui il comandante del peschereccio tunisino, come detto precedentemente, è stato denunciato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.