Live Sicilia

si cercano rilevatori per il censimento

"Il Comune non ha un centesimo
ma ecco pronto un nuovo bando"


VOTA
0/5
0 voti

comune, mozione, palermo, udc, Cronaca, Politica
"Nonostante i numeri di Bilancio del comune di Palermo, che fanno tremare i polsi, l'amministrazione ha provveduto ad emanare un bando di selezione per la costituzione di un elenco rilevatori per il quindicesimo censimento generale della popolazione e delle abitazioni".

Lo denuncia, in una mozione cofirmata dall'Udc e dagli altri partiti d'opposizione, il capogruppo dell'Unione di Centro al Consiglio comunale di Palermo Salvo Italiano che evidenzia come il bando spieghi chiaramente che è possibile procedere solo dopo aver "verificata l'indisponibilità – all’interno dell’Amministrazione comunale – di un numero adeguato di risorse professionali da impiegare come rilevatori senza arrecare nocumento alle usuali attività istituzionali”.

"Ora - prosegue Italiano - il comune di Palermo ha circa 9 mila dipendenti e in questi ultimi anni sono stati “stabilizzati” con contratti a tempo parziale (di 20-24 ore settimanali) circa 2.800 unità. E' incomprensibile, quindi, come sia stato possibile, dato l’organico comunale e la grande percentuale di unità a tempo parziale, verificare "indisponibilità all’interno dell’Amministrazione comunale di un numero adeguato di risorse professionali da impiegare come rilevatori senza arrecare nocumento alle usuali attività istituzionali”

"L’amministrazione, inoltre, - si legge nella mozione - non ha emanato nessun avviso o provvedimento indirizzato a tutto il personale, per riscontrarne la disponibilità. A questo punto noi dell'Udc invitiamo l’amministrazione comunale ad emanare con urgenza un apposito provvedimento per acquisire la disponibilità del personale di Palazzo Pretorio; a ritirare il bando in questione e invitiamo il sindaco ed i suoi assessori ad affidare gli incarichi esterni solo ed esclusivamente nel rispetto delle disposizioni richiamate".