Live Sicilia

Caltanissetta

La lite familiare degenera e il marito
tenta di uccidere la moglie bruciandola


VOTA
0/5
0 voti

arresto, caltanissetta, lite, michele fortunato, Caltanissetta, Cronaca
Avrebbe tentato di uccidere la moglie, versandole addosso del liquido infiammabile, al culmine di una lite scoppiata nel loro appartamento. La donna, però, è stata salvata dalla polizia che ha bloccato
Michele Fortunato, cinquant'anni, impiegato amministrativo nel carcere di San Cataldo (Cl), che teneva in mano due accendisigari e una bottiglia di alcol.

L'episodio è avvenuto ieri sera, nella periferia nord di Caltanissetta, in via Mario Gori. La donna, B.L., 41 anni, casalinga, è stata trovata dagli agenti davanti al portone di casa con gli abiti intrisi di alcol. Il marito ha tentato di scagliarsi anche contro i poliziotti, giunti in suo soccorso, ma è stato arrestato in flagranza del reato di tentato omicidio.  La moglie, che aveva anche contusioni e graffi in tutto il corpo, è stata trasportata nell'ospedale Sant'Elia. Fortunato è stato trasferito nel carcere di Caltanissetta.