Live Sicilia

Il toto-candidature

Sindaco, i voti di Lombardo:
"Stimo molto la Chinnici. E nel Pdl..."



lombardo, palermo, sindaco, speciale elezioni, speciale palermo 2012, Politica
Impazza il toto-sindaco di Palermo. Anche il presidente della Regione dà i voti ai potenziali candidati, venuti fuori da sussurri a mezzo stampa, o da altrove.  C'è chi tira fuori la candidatura dell'assessore Chinnici. Lombardo non si fa pregare: "La candidatura di Caterina Chinnici a sindaco di Palermo è un'ipotesi che fanno altri e non l'interessata che credo intenda proseguire il proprio lavoro di bravo tecnico nell'amministrazione regionale. La stimo molto, come stimo tutti gli altri assessori della mia giunta. Se ciascuno di loro dovesse candidarsi a sindaco, e lasciare il governo regionale, sarebbe una perdita".

Ma ce n'è anche per Francesco Musotto. Dice il presidente a mezzo blog: "Che Musotto candidato a sindaco di Palermo goda della nostra stima, amicizia, favore e sostegno é fuori discussione. Chi si lamenta del fatto che abbia detto che non si ritirerebbe nemmeno se non lo sostiene l'Mpa sbaglia perché un candidato che si rispetti non può dichiarare di candidarsi salvo trattative o roba del genere. Perderebbe la sua credibilità, anche se Musotto meglio di me sa che in quel caso la sua diventerebbe una corsa senza sicuro traguardo".

"Per quanto riguarda il resto dei nomi che si sono fatti si tratta sempre di candidature di grande rilievo e di grande importanza - afferma - Abbiamo sentito di Lagalla (rettore di Palermo): credo che nel Pdl ci vogliano mettere una pezza, visto che avevano parlato di primarie. Ora leggo che le vogliono anche regolare per legge. Secondo me non le faranno mai da nessuna parte, né per il presidente del Consiglio che per nessun sindaco. Non me la immagino questa mobilitazione di gente per votare a favore di questo o quell'altro - aggiunge Lombardo. - Quindi dicano con franchezza che Lagalla è il candidato del Pdl, di Alfano e degli altri esponenti di rilievo del Pdl palermitano e siciliano: di Schifani e Firrarello, o meglio di Castiglione e tutti gli altri, poi, si ritroveranno su quella candidatura, compresi Cascio, Scoma etc. etc".