Live Sicilia

MISSINEO E TRANCHIDA I POSSIBILI USCENTI

Domani summit di maggioranza
Lombardo pronto al nuovo rimpasto?



governo regionale, pd, raffaele lombardo, rimpasto, Politica
Il governo Lombardo è a un nuovo giro di boa. Per domani, infatti, il governatore siciliano ha convocato una riunione di maggioranza per discutere con gli alleati delle prossime amministrative, che riguardano anche Palermo, e della richiesta del Pd di un nuovo rimpasto di giunta che faccia posto ai politici.

Un summit che si preannuncia delicato, anche per gli altri temi che i democratici vorrebbero mettere al centro della trattativa: elezioni anticipate, primarie e alleanze politiche. Argomenti poco graditi a Udc e Fli che hanno già fatto sapere di preferire una ricandidatura di Raffaele Lombardo e che mal vedono l'ipotesi di terminare in anticipo la legislatura solo per frenare le beghe interne al partito di Giuseppe Lupo. Il 19 settembre il Pd dovrebbe infatti decidere, in modo definitivo, la linea da seguire: continuare ad appoggiare l'esecutivo tecnico o rompere l'alleanza con l'Mpa.

Sul rimpasto e le prossime amministrative, invece, le posizioni non sembrano poi così distanti. In queste ore si rincorrono le voci su un possibile avvicendamento in giunta che riguarderebbe Sebastiano Missineo e Daniele Tranchida: il primo pagherebbe il cambio di vertici dell'Api siciliana, il secondo una eccessiva autonomia di scelta rispetto al governatore, che avrebbe mal digerito le scelte compiute dal suo assessore sul Circuito del Mito. Da Fli fanno sapere che i due sono intoccabili, ma tutto dipenderà dal vertice di domani.