Live Sicilia

IL PROGRAMMA DELLE CELEBRAZIONI

Palermo ricorda don Pino Puglisi
Ma è polemica a Brancaccio


VOTA
0/5
0 voti

don pino puglisi, palermo, paolo romeo, renato schifani, Cronaca, Palermo
“Me l'aspettavo”. Era il 15 Settembre 1993 e aveva appena compiuto 56 anni, don Pino Puglisi. Ma non ne avrebbe mai compiuti 57, stroncato dal colpo di pistola alla nuca di Salvatore Grigoli, davanti alla quale quelle furono le sue ultime parole. Oggi, dopo 18 anni esatti, il suo ricordo è ancora intatto. Se non più intenso.

“E' il diciottesimo anniversario della sua barbara e sacrilega uccisione per mano mafiosa, eppure il dolore per la sua assenza continua ad essere fecondo per la nostra comunità diocesana", Ha affermato il cardinale di Palermo Paolo Romeo. A rinnovare il ricordo di “questo grande uomo, servitore della Chiesa e vittima della mafia” anche il Presidente del Senato, Renato Schifani: “La sua azione continua perchè è testimonianza di una direzione da intraprendere, di un messaggio di riscatto. Don Puglisi non ha combattuto soltanto la mafia, ne ha combattuto la cultura, ridando dignità e speranza ai giovani, agli emarginati, a coloro che subivano la prepotenza e la violenza della criminalità organizzata. Per ciascuno di noi, oggi, il suo messaggio è lettera ancora viva. L'esempio di don Pino la sua scelta di operare per il rinnovamento sociale e il sostegno alla dignità della persona possano continuare ad ispirare il nostro impegno civile”.

Un momento di commemorazione che invece non sembra arrivare dalla II circoscrizione di Palermo, a cui appartiene il quartiere di don Puglisi, Brancaccio. Decisione che ha fatto “saltare dalla sedia” il suo vicepresidente, Ignazio Cracolici (Pd), che con una nota ha dichiarato: “Non posso restare un minuto in più con un presidente che non ritiene opportuno neppure commemorare l’anniversario della morte di Padre Pino Puglisi: per questo mi dimetto dalla carica di vicepresidente della Seconda Circoscrizione. La mancata convocazione di una seduta per commemorare Padre Puglisi, ucciso proprio nel nostro quartiere, è solo l’ultima delle manifestazioni di disinteresse dimostrate in questi anni dal presidente della Circoscrizione, Paolo Serio”.

Il resto di Palermo ricorda invece l'uccisione di padre Pino Puglisi con una serie di appuntamenti:  domani mattina nella casa circondariale ''Pagliarelli'' sarà proiettato il film ''Alla luce del Sole'', a cui parteciperà il regista Roberta Faenza. Oggi, invece, alle 18 in Cattedrale si svolgerà la celebrazione eucaristica presieduta dal cardinale Paolo Romeo, che ha anticipato che nell'omelia proverà a tratteggiarne la sua figura come educatore e formatore dei giovani, e dall'arcivescovo emerito di Palermo Salvatore De Giorgi, che nel 1999 ha aperto la causa di beatificazione proclamando padre Puglisi ''servo di Dio'', fascicolo ancora in esame al Vaticano.

Infine, a piazza San Giorgio dei Genovesi, questa sera alle 21 andrà in scena un concerto dell'orchestra sinfonica siciliana che eseguirà un brano teatrale su padre Puglisi di Salvo Piparo, e alla stessa ora nella chiesa San Francesco Saverio, andrà in scena "Oratorio per don Giuseppe", testo di Franco Scaldati.