Live Sicilia

la battaglia sul parcheggio a pagamento

"Zone blu, è subito addio"



palermo, parcheggio, zone blu, Cronaca, Palermo
Zone blu, addio. Gli automobilisti palermitani non devono pagare più per posteggiare nelle zone a pagamento. E' quanto sostiene, carte alla mano,
Roberto Sauerborn, responsabile dell'Associazione Noi Consumatori di Palermo. “Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - dice Sauerborn- con una nota del 5 Settembre ha accolto il nostro ricorso e sospeso gli atti impugnati- dice. Dunque adesso il Comune dovrebbe solo provvedere ad oscurare i segnali di pagamento”.

Così al momento la battaglia sembra vinta. Era iniziata a febbraio scorso la Class Action contro il comune di Palermo per il definitivo ritiro dei parcheggi a pagamento ovvero delle cosiddette “zone blu” ancora attive nel centro della città di Palermo, perchè, come si legge dal comunicato dell'associazione “i parcheggi a pagamento sono previsti solo all’interno delle Ztl (zone a traffico limitato) che, come è noto, a Palermo sono state annullate nel 2008 con sentenza del Tar Sicilia. Ciò nonostante, il comune di Palermo ha continuato, sia direttamente che tramite convenzioni, a gestire e ad incassare illegittimamente milioni di euro sia per il rilascio dei pass che con l’elevazione di multe. Multe che però vengono sistematicamente annullate dal Giudice di Pace perché irregolari”.

“E' stato chiesto da parte del Ministero, al Comune di Palermo di fare delle controdeduzioni, relazione a cui potrebbe sempre seguire anche un controricorso- ipotizza il responsabile di Noiconsumatori- e la battaglia si riaprirebbe, ma fino a quel momento, di fatto, i cittadini possono parcheggiare nella zone blu senza il pagamento del pass”. E mentre dal Comune tutto tace, l'associazione incalza: “Stiamo anche valutando se nell'operato degli ausiliari del traffico ci possono essere gli estremi per procedere nei loro confronti con delle formali denunce”. A questo fa eco anche il Capogruppo IdV al Comune di Palermo, Fabrizio Ferrandelli, impegnato anche lui nella class action contro gli stalli a pagamento, che in una nota al sindaco chiede l’immediata sospensione delle zone blu, in autotutela fino a ulteriore determinazione del Ministero.