Live Sicilia

scatta la solidarietà al capogruppo

Attak nella serratura delle segreteria
Intimidazione per Antonello Cracolici



antonello cracolici, attak, pd, Palermo, Politica
Un'altra serratura sigillata con la colla, ma ad essere colpita non è un'attività commerciale. La segreteria di Antonello Cracolici di via Gino Zappa 50, nel quartiere San Filippo Neri - secondo quanto riportato dalla stampa locale - è stata chiusa con dell'attak. A denunciare il fatto il responsabile della sede del sindacato Ital Uil, il primo a chiamare la polizia che sta attualmente indagando sulla vicenda.

Tanti i messaggi di solidarietà rivolti al deputato regionale Pd. "Evidentemente la sua attività sul territorio a qualcuno dà molto fastidio. Siamo convinti, però, che il capogruppo non si lascerà minimamente intimidire da quanto accaduto e reagirà continuando a lavorare all'Ars con l'impegno e la caparietà di sempre", afferma il segretario provinciale del Partito Democratico di Palermo Enzo Di Girolamo.

Gli fa eco Giuseppe Lumia, senatore dei democratici: "Chi conosce Antonello Cracolici sa che le intimidazioni non possono sortire alcun effetto. Siamo impegnati in un cammino serio e difficile in Sicilia. Sappiamo che dobbiamo fare i conti anche con questi metodi mafiosi, ma abbiamo progettualità e determinazione per andare avanti fino in fondo per andare avanti fino in fondo. A Cracolici va la mia fraterna solidarietà Sono sicuro che la magistratura e le forse dell'ordine sapranno far luce sull'accaduto al più presto".

Anche per Pier Carmelo Russo, assessore regionale alle Infrastrutture e ai Trasporti, le cause dell'intimidazione vanno ricercate nell'impegno politico del capogruppo: "Caro Antonello, di solvente per l'attak l'assessorato alle Infrastrutture dispone a barili. Il solvente si chiama legge sugli appalti, interventi in favore del centro storico, per l'edilizia sociale, per i trasporti: tutte iniziative alla realizzazione delle quali non solo hai contribuito ma che, spesso, hai perfino sollecitato e sostenuto. Con questo solvente - conclude - scioglieremo l'attak".