Live Sicilia

l'ESPOSTO DI ZAMPARINI

Pastore e Leonardo in Procura
El Flaco: "Macchiata la mia immagine"


VOTA
0/5
0 voti

leonardo, pastore, pm, zamparini, Cronaca, Palermo
Sono stati ascoltati dal pm Scalia, Javier Pastore e Leonardo in merito alla vicenda della presunta estorsione del procuratore dell'argentino nei confronti del patron rosanero Maurizio Zamparini. I due sono arrivati al Palazzo di Giustizia di Palermo intorno alle ore 12,15, e immediatamente si sono recati dal pm per iniziare l’interrogatorio, terminato intorno alle 14,40. Subito dopo, seguiti da una scia di giornalisti, Pastore e Leonardo hanno parlato della “chiacchierata” con il pm Scalia: “Non so nulla, spero che tutto si risolva per il meglio – ha detto Pastore - Zamparini ha detto questo, ma non ha confermato. E' successo altre volte che prima diceva una cosa e poi un'altra. Il tempo dirà la verità. Sono tranquillo e sereno. Certo, si macchia un po' l'immagine mia e del procuratore ma credo che alla fine tutto si risolverà per il meglio. Rapporto con Zamparini? Tutto bene, ci stimiamo a vicenda, gli sono grato per quello che ha fatto per me. Magari questa volta ha sbagliato a dire certe cose come ha fatto altre volte in altre cose”.

Parla dell’interrogatorio avuto con il pm anche il ds del Psg, Leonardo: “Un po’ dispiace parlare di queste cose, noi come Paris Saint German non c’entriamo molto. L’affare Pastore per la Francia è stato storico, i rapporti tra Psg e Palermo sono ottimi e anche con il procuratore di Pastore. Noi siamo qui solo come persone informate sui fatti – dice Leonardo – con Zamparini ci siamo anche sentiti, e i rapporti ribadisco sono ottimi. Dispiace dover parlare di questo, ma io non posso giudicare anche perché ci sono gli organi giusti per farlo. Io posso solo dire che la trattativa è stata fatta nel migliore dei modi. Domande del pm? Ho spiegato solo come è andata e basta”. Al di là della vicenda giudiziaria, Pastore parla anche di vicende di calcio giocato: “Sono felice del Psg, siamo primi e ho fatto 5 gol. Spero di continuare così. Il calcio è più veloce e ho più spazio a disposizione rispetto all'Italia. Mi sarebbe piaciuto rimanere a Palermo - afferma l'argentino - ma adesso sono qui, in una bellissima città e spero di continuare a fare bene”. Infine un pensiero sul Palermo: “L'importante è che tutti lo seguano e arriveranno i risultati, mi fa piacere quando il Palermo va bene. Sono ancora in contatto con tanti giocatori, soprattutto i sudamericani, e mi auguro che le cose vadano bene per loro".