Live Sicilia

ACIERNO

Ricomincia il processo


VOTA
0/5
0 voti

, Le brevi, Palermo
A otto mesi dalla prima udienza davanti alla seconda sezione del Tribunale di Palermo, si è aperto, dopo aver cambiato quattro collegi, il processo all'ex deputato regionale Alberto Acierno, accusato di due episodi di peculato ai danni della Fondazione Federico II. Il processo era iniziato a febbraio ma, per questioni di incompatibilità di entrambi i collegi della seconda sezione, il presidente del Tribunale aveva deciso di assegnarlo alla terza. Durante la prima udienza, infatti, Acierno aveva chiesto di patteggiare la pena di due anni e dieci mesi, attraverso il suo legale, l'avvocato Giovanni Rizzuti. L'istanza, dopo essere stata rigettata in udienza preliminare, è stata respinta anche dal Tribunale e proprio per questo il processo aveva dovuto nuovamente cambiare collegio giudicante. Poi uno dei giudici della terza sezione, presieduta da Fabrizio La Cascia, è stato trasferito e il nuovo componente è risultato incompatibile perché si era già pronunciato sulla richiesta di patteggiamento poi respinta dal Tribunale. Il processo è stato quindi assegnato alla quarta sezione davanti alla quale è nuovamente cominciato questa mattina. Acierno, secondo l'accusa, si sarebbe appropriato di denaro pubblico per viaggi e spese personali. Il danno erariale è stato quantificato in quasi 150 mila euro. Nel processo si sono costituite parte civile, attraverso l'avvocato Enrico Sanseverino, l'Ars e la Fondazione Federico II. Il dibattimento é stato rinviato al 2 novembre per la deposizione di quattro militari della guardia di finanza.