Live Sicilia

TRAPANI

Criscenti: "Non ho ricevuto alcun avviso di garanzia"


VOTA
0/5
0 voti

curia, gianfranco criscenti, inchiesta, trapani, Le brevi, Trapani
"A distanza di 48 ore dalla pubblicazione dell'articolo su L'Unità in cui si afferma che il corrispondente dell'Ansa da Trapani è indagato per diffamazione e calunnia, nell'ambito di un filone di inchiesta che riguarda la Curia vescovile di Trapani, puntualizzo (essendo la persona indicata) di non aver ricevuto - fino ad ora - alcun avviso di garanzia". Lo afferma in una nota diffusa stamani il giornalista trapanese
Gianfranco Criscenti.

"Ciononostante - aggiunge - vengo dipinto da alcuni giornali e portali internet - che non hanno avuto neppure l'accortezza di usare il condizionale, agendo come se ci trovassimo dinanzi ad una sentenza passata in giudicato - come facente parte di una macchina del fango composta da un gruppo di complottisti. Ho già dato mandato ai miei legali di tutelare la mia immagine".

Ieri il vescovo di Trapani, monsignor Francesco Micciché, nel corso di una conferenza stampa ha smentito, attraverso il suo avvocato, l'esistenza di un'inchiesta su un presunto ammanco milionario da parte di una fondazione gestita dalla curia. Il legale ha invece confermato che la Procura di Trapani ha aperto diversi procedimenti sulla vicenda - in cui il vescovo figura come parte lesa - per svariati reati, compresa la diffamazione e la calunnia, nei confronti di una decina di persone. Tra gli indagati, secondo quanto pubblicato da alcuni organi di stampa, vi sarebbero anche due giornalisti trapanesi.