Live Sicilia

In edicola da venerdì anche La traversata

Con I love Sicilia “Ccà Ddà Ddocu”
il nuovo libro di Gianfranco Marrone


VOTA
0/5
0 voti

gianfranco marrone, I Love Sicilia, libro, Cronaca, Palermo
È diventata un libro la rubrica
Ccà Ddà Ddocu
che Gianfranco Marrone tiene da anni su I love Sicilia. Il volume (Novantacento, 144 pagg., 9,90 euro) esce da venerdì in libreria e in edicola in allegato col nuovo numero di I love Sicilia nelle province di Palermo e Trapani. Il libro può essere acquistato anche online: in formato pdf, attraverso questa pagina (al prezzo ridotto di 6,90 euro), o in versione cartacea, compilando questo modulo (a 9,90 euro).

Gianfranco Marrone, semiologo palermitano con una lunga carriera di scrittore e giornalista alle spalle, ha incentrato il suo libro su una percezione dello spazio articolata e tutta siciliana. Per Marrone, le locuzioni siciliane ccà, ddà e ddocu diventano metafora di un microcosmo e del suo modo di pensare e di manifestarsi. Perché il ccà, la palermitanità, con tutte le sue tradizioni e contraddizioni, è quello che davvero ci interessa. Il ddà è un universo distante, cristallizzato e innocuo, perché indifferente. E tra il ccà e il ddà c'è sempre un ddocu. Purtroppo. Perché abbastanza vicino da poterci toccare, ma troppo lontano per potercene davvero appassionare. Da qui, ecco un emergere di infiniti spunti: dalle disavventure delle palme metamorfizzate dal punteruolo al gran teatro di vita che è la Mondello estiva, dalle influenze mitteleuropee reinterpretate della tradizione siciliana alla stratificazione dell'immagine di una città, Palermo, che si offre come spazio elastico in continuo movimento. Una raffica di “punture di spillo”, costruite con acume e ironia, per fotografare una terra dalle mille contraddizioni.

Nelle altre province, in allegato con il nuovo numero di I love Sicilia in uscita questo fine settimana, ci sarà il libro La traversata di Salvo Toscano (Novantacento, 96 pagg., 7 euro): una raccolta di racconti agrodolci su Palermo e la Sicilia che per tre settimane è stata ai vertici della classifica dei libri più venduti a Palermo pubblicata sull'edizione cittadina di Repubblica.