Live Sicilia

Giambrone (Idv)

"Niente patti con il Terzo Polo
Altrimenti andremo senza Pd"



fabio giambrone, idv, palermo, pd, Palermo, Politica
"I frequenti incontri tra il segretario regionale del Pd Giuseppe Lupo e il governatore Raffaele Lombardo - in cui si discute di intese per le prossime amministrative in Sicilia, con particolare riferimento a Palermo - confermano le nostre preoccupazioni circa l'estrema ambiguità dentro cui si sta muovendo la dirigenza siciliana del Pd e l'insufficienza di garanzie soltanto personali dei candidati, per quanto autorevoli". Lo afferma il senatore
Fabio Giambrone, segretario regionale di Italia dei Valori.

"E' inaccettabile - prosegue Giambrone - che Lombardo convochi Lupo a rapporto per minacciare rotture e dettare condizioni e candidature. E' inaccettabile questa logica secondo la quale Palermo è la principale merce di scambio per ulteriori accordi e ammiccamenti siglati nelle segrete stanze della spartizione del potere. Il Terzo Polo e l'Mpa di Lombardo - continua ancora Giambrone - non sono un'astrazione, ma le forze politiche che da 10 anni hanno sostenuto due volte su due l'elezione di Cuffaro e poi quella di Lombardo e hanno governato per 7 anni con Cuffaro e da tre governano con Lombardo". "Sono le stesse forze politiche e le stesse facce che hanno eletto Cammarata sindaco - aggiunge -. Deve essere chiaro che Idv non accetterà posizioni di facciata da parte del Pd a Palermo, dietro il rassicurante paravento di una coalizione apparentemente coerente di centrosinistra e delle primarie, che nascondono in realtà un vero e proprio 'pactum sceleris' tra il Pd e Lombardo. Non ci basteranno nemmeno le dichiarazioni generiche d'intenti. Chiediamo, invece, prima di ogni tavolo tecnico, che il Pd sottoscriva che non ci saranno a Palermo apparentamenti, tecnici e politici, con il Terzo Polo e l'Mpa di Lombardo né al primo turno né al ballottaggio. Se così non sarà, Idv farà la sua strada, lontano da questi miserevoli giochi di potere".