Live Sicilia

La polemica

"Avvocati ebrei", inchiesta federale
sulla frase del presidente Zamparini



avvocati ebrei, maurizio zamparini, presidente del palermo, Cronaca, Palermo
La storia la racconta 'Repubblica', abbastanza arrabbiata, Eccola: "'Avvocati ebrei'". Le parole sono come pietre e il pregiudizio dimostra di essere duro a morire anche nel 2011: certi luoghi comuni privi di ogni verità vengono ripetuti ancora, soffiando così sul fuoco dell'antisemitismo e del razzismo. Stavolta però non si tratta dei cori beceri della curva: a sposare il pregiudizio antisemita è stato il presidente del Palermo Calcio
Maurizio Zamparini, commentando a SportMediaset (le sue frasi sono state riportati dai siti che si occupano della squadra rosanero) la presunta estorsione ai suoi danni da parte dell'agente dell'ex calciatore del Palermo Javier Pastore: "Una cosa simile in un ambito diverso accade in America dove ci sono avvocati per la maggior parte di estrazione ebraica che aspettano i propri futuri clienti fuori dai tribunali e ospedali - ha detto il presidente della squadra siciliana, secondo quanto riferito da mediagol.it - promettendo consulenze gratuite che poi si rivelano invece con percentuali di provvigioni altissime, anche del 50%". Avidi e avvoltoi quindi. Come vuole il peggior luogo comune".

Ovviamente, qualcuno non l'ha presa bene: "La denuncia arriva da Vittorio Pavoncello, presidente della Federazione italiana Maccabi (l'associazione che si occupa della promozione sportiva nelle comunità ebraiche) e consigliere dell'Unione delle comunità ebraiche italiane con delega allo sport: 'Non c'è quasi commento da fare - dice Pavoncello - Ci si indigna giustamente per i cori della curva, non è accettabile che certe parole vengano da un tesserato, per di più presidente di una squadra di serie A'. Pavoncello ha anche scritto una lettera alla Federcalcio e alla Lega di serie A per chiedere che vengano presi provvedimenti: 'Anche se quella di Zamparini è stata soltanto una battuta infelice, non per questo è meno grave. Il pregiudizio si nutre proprio di luoghi comuni, di stereotipi adatti ad ogni circostanza, soprattutto quelli più grossolani - scrive Pavoncello - Zamparini ha ritirato fuori la vecchia storia degli ebrei avidi e senza scrupoli: una favola che il fascismo e il nazismo hanno tramutato in una tragica e devastante realtà fatta di persecuzione e di morte'".

L'inchiesta della Figc.
13.19. Il procuratore federale, Stefano Palazzi, ha aperto un'inchiesta in merito ad una frase a contenuto antisemita pronunciata dal presidente del Palermo, Maurizio Zamparini. Commentando la presunta estorsione ai suoi danni commessa dal procuratore di Javier Pastore, oggetto di un'inchiesta della procura di Palermo, Zamparini aveva affermato - come si sa - che "in America ci sono avvocati, per la maggior parte di estrazione ebraica, che cercano clienti fuori da tribunali e ospedali promettendo consulenze gratuite e che poi si rivelano invece con percentuali di provvigioni altissime". (Fonte ANSA)