Live Sicilia

TRAPANI

Lo Giudice (Aps): "Russo
dimentica le disfunzioni della sanità"


VOTA
0/5
0 voti

aps, ars, lo giudice, massimo russo, sanità, trapani, Politica, Trapani
"Grazie all'assessore regionale alla Salute, Massimo Russo, per la tempestività con cui dimentica le disfunzioni della sanità siciliana che gli vengono segnalate". Lo dice Giuseppe Lo Giudice, vicepresidente della Commissione sanità all'Ars e componente del gruppo parlamentare Alleati per la Sicilia, che lamenta come, "a distanza di circa un mese dalla prima segnalazione di gravi disfunzioni nell'assistenza sanitaria ai malati oncologici della provincia di Trapani", l'assessorato "non abbia fatto ancora nulla". La questione sollevata riguarda le procedure di erogazione dei farmaci di nuova generazione ai malati oncologici.

"La sola struttura privata accreditata, e con posti letto di oncologia nella provincia di Trapani, la casa di cura Villa dei Gerani, non è nelle condizioni di prescrivere i farmaci ai propri pazienti, perché non ha ricevuto la specifica autorizzazione da parte dell'assessorato - aggiunge - e così i malati di tumore che vengono curati all'interno della struttura, per farsi prescrivere i farmaci, debbono recarsi in uno dei cosiddetti 'centri prescrittori', affidarsi a un medico che nulla sa di loro e della loro malattia, e poi ritornate nella casa di cura".

Lo Giudice adesso porterà la questione all'attenzione dell'Ars, con la presentazione di un apposito atto ispettivo. "L'assessore Russo - sottolinea - è solito invocare il rispetto delle regole, ma questo della clinica 'Villa dei Gerani' è invece l'esempio di come, proprio derogando al rispetto delle regole, si agisce con discrezionalità. La clinica, infatti, continua a rimanere esclusa dall'elenco del centri prescrittori dei farmaci fascia H. Questa esclusione comporta che i malati di tumore curati all'interno della struttura, per farsi prescrivere i farmaci, debbano recarsi direttamente in ospedale, affidarsi a un medico che nulla sa di loro e della loro malattia, quindi ritornare nella casa di cura".