Live Sicilia

Palermo 2012. Intervista a D'Alia

"Un Pd indecoroso, Lupo sia serio
Rita Borsellino l'ha indicata lui"



giampiero d'alia, rita borsellino, speciale palermo 2012, Palermo, Politica
Il Pd sembra fare dietrofront. Il segretario regionale dei democratici, Giuseppe Lupo, ha detto a chiare lettere che non si può escludere a priori un’alleanza col Terzo Polo alle comunali di Palermo. E che se Rita Borsellino insistesse su questa strada, “allora sarebbe un problema”. La risposta del coordinatore siciliano dell’Udc, Gianpiero D’Alia, è lapidaria: “Lupo dovrebbe essere più serio, ha fatto ‘ammuina’”. E sulle primarie aggiunge: “Sono per noi come il crocifisso e l’acquasanta per Dracula”.

Senatore D’Alia, cosa pensa della posizione del segretario del Pd?
“Mi scusi ma com’è che la Borsellino non va bene a Lupo, visto che è stato lui a proporla? Non si scherza con il fuoco, il segretario del Pd deve essere più serio. Io rispetto la posizione di Rita Borsellino che ha scelto di presentarsi ai palermitani con una coalizione di sinistra, che qualora vincesse rappresenterebbe una minoranza dei cittadini”.

L’ha sorpresa la posizione di Lupo?
“Noi avevamo proposto un patto civico la per città, basato sul risanamento dei conti e sul rilancio di Palermo attraverso un accordo fra Pd e Terzo polo. Lupo ha fatto ‘ammuina’ e ha sostanzialmente respinto al mittente la nostra proposta, così come ha confermato la Borsellino che con onestà, perché tutto si può dire meno che non sia leale e onesta, ha scelto un percorso diverso”.

Come giudica la linea del Pd?
“Il Partito Democratico sta dando uno spettacolo indecoroso. Non si può esporre una persona così, del calibro di Rita Borsellino, e poi dire cose diverse. Comunque è un problema loro, io non voglio polemizzare con nessuno. Sapevo che sarebbe finita così, ecco perché stiamo lavorando a una candidatura che sia espressione della società civile”.

Qualcuno dice che il Pd vi stia proponendo altri nomi…
“Io non rispondo alle voci ma ai fatti: se ci saranno proposte diverse, le valuteremo. Intanto andiamo avanti per nostra strada. La politica palermitana deve recuperare un po’ di serietà”.

Conferma che non parteciperete alle primarie?
“Le primarie sono per noi come il crocifisso e l’acquasanta per Dracula, sono una fuga dalle responsabilità. Siccome vogliamo assumerci pienamente le nostre responsabilità e non fuggire, ci assumiamo l’onere di scegliere le persone”.

Lupo ha anche detto che proporrà un’alleanza Pd-Terzo Polo in tutti i comuni, verificando di volta in volta le condizioni. Lei è dello stesso avviso?
“Mi pare impossibile. Se partiamo dal presupposto che non si scioglie il nodo di Palermo, non credo che gli amici dell’Udc della Provincia sarebbero contenti di fare un’alleanza con chi l’ha rifiutata nel capoluogo”.

Queste fibrillazioni possono avere conseguenze sulla tenuta del governo regionale?
“No, però chiediamo chiarezza al Pd perché si devono fare cose importanti alla Regione e il Pd non può giocare”.

Vi incontrerete con Lupo nei prossimi giorni per chiarire?
“Ci incontriamo solo se ci sono cose utili di cui parlare e cose serie da fare”.