Live Sicilia

Palermo

Accusato di violenza sulle figlie
Ora il tribunale lo assolve


VOTA
0/5
0 voti

assoluzione, violenza sessuale, Cronaca, Palermo
La quinta sezione del tribunale di Palermo ha assolto un venditore ambulante di 38 anni accusato di violenza sessuale sulle figlie che all'epoca dei fatti, nel 2004, avevano 8 e 9 anni, e sulla nipote di 9 anni. L'ambulante e la moglie, che nel 2004 vivevano a Partinico (Palermo), si stavano per separare e i servizi sociali monitoravano la famiglia che viveva in un contesto degradato. In questo ambiente sarebbero avvenute, secondo l'accusa, le violenze denunciate a fine 2004 dalla madre della nipotina. La bambina però, in fase di incidente probatorio, ha ritrattato le accuse.

Intanto, nel 2005 una della figlie dell'ambulante fu affidata a una comunità, l'altra alla sorella del padre che viveva al Nord. La bambina che stava in comunità, la più grande delle due sorelline, fece un disegno dove raffigurava un atto sessuale e in seguito ha detto che il padre l'aveva violentata. Il racconto della piccola non ha però convinto i giudici che hanno accolto le tesi difensive dell'avvocato Paola Polizzi. Il legale ha dimostrato come quei disegni si potessero riferire a un altro ricordo della bambina: un rapporto sessuale tra il padre e la nuova compagna a cui lei aveva assistito assieme alla sorellina. Anche la figlia più piccola, che in un primo momento aveva accusato il padre, ha poi ritrattato tute le accuse.