Live Sicilia

Restano le distanze col Pd

Borsellino, è fumata grigia



borsellino, lupo, speciale palermo 2012, Palermo, Politica
Un comunicato breve, stringato, che dice tutto e non dice niente. O meglio, dice che fra Giuseppe Lupo e Rita Borsellino non si è trovato un accordo. Al termine di un lungo incontro presso l'hotel Wagner di Palermo, il segretario del Pd siciliano e quella che fino a pochi giorni fa sembrava la candidata in pectore del centrosinistra preferiscono non rilasciare dichiarazioni "sbilanciate", affidando alla nota una considerazione che appare quasi scontata: “Abbiamo discusso della necessità che il candidato sindaco sia scelto dai cittadini con le primarie. Su questo c’é piena condivisione”. Non pare essercene, invece, sul vero punto all'ordine del giorno: l'eventuale alleanza con il Terzo polo in caso di vittoria alle primarie o, tutt'al più, al secondo turno.

Abbiamo anche parlato dell’orientamento del Pd di ricercare una convergenza con le forze moderate e autonomiste – continua la nota - per battere la destra berlusconiana che ha devastato Palermo negli ultimi dieci anni. Su questo e altri temi approfondiremo la discussione nei prossimi giorni”. Tutto rimandato, quindi, a prossimi incontri che dovrebbero servire a trovare una sintesi fra due posizioni che appaiono, al momento, lontanissime e che potrebbero portare a una clamorosa rottura tra la candidata e chi quella candidatura l'ha fortemente voluta. Secondo voci di corridoio, domani Lupo dovrebbe incontrare Raffaele Lombardo proprio sul tema delle comunali di Palermo: un summit dagli esiti ancora incerti, visto che non si è trovata una sintesi con la Borsellino.

“Speriamo che questo approfondimento si faccia”, commenta il capogruppo del Pd all'Ars Antonello Cracolici, che nei giorni scorsi aveva annunciato la propria contrarietà a sostenere una candidata che rifiuti accordi con il Terzo polo. “Ma speriamo che di approfondimento in approfondimento – continua Cracolici – non si resti sommersi in profondità”.