Live Sicilia

Il maxi-tamponamento

Restano gravi le condizioni di Maria,
la donna coinvolta nell'incidente


VOTA
0/5
0 voti

gravi condizioni, incidente, maria m., tamponamento, Cronaca, Palermo
Restano gravi le condizioni di Maria M. di 30 anni, la donna rimasta ferita nell'incidente avvenuto ieri intorno alle tre al mezzo chilometro 9+500 della A19, tra Bagheria e Casteldaccia. Dopo la rottura della coppa dell'olio un pullman che stava viaggiando in direzione Palermo ha percorso un chilometro e mezzo, per poi fermarsi vicino alla corsia d'emergenza. E proprio le tracce di lubrificante sull'asfalto sarebbero state la causa dei tamponamenti a seguito dei quali sono rimaste ferite sei persone.

Per nessuno dei coinvolti le condizioni sono gravi, tranne per la donna, originaria di Termini Imerese, che un elicottero ha trasportato d'urgenza all'ospedale Civico di Palermo dove i medici della seconda rianimazione ancora oggi non hanno sciolto la prognosi. Cinque sono stati i mezzi coinvolti nell'incidente: una moto Yamaha, due camper, un suv Bmw e una Fiat Punto sulla quale viaggiava la donna. Secondo la ricostruzione dell'infortunistica della polizia stradale di Buonfornello la Fiat Punto avrebbe frenato alla vista dell'olio sulla strada. Il Suv che la precedeva l'avrebbe allora tamponata facendola sbalzare contro un'altra vettura. Solamente i vigili del fuoco di Palermo sono riusciti a estrarre i passeggeri della Punto, rimasta accartocciata.

Due uomini, due bambini e un'altra donna sono stati ricoverati al Civico e all'Ospedale dei Bambini e hanno invece riportato ferite lievi La circolazione stradale, tornata regolare solo in serata, era rimasta congestionata per alcune ore in seguito alla chiusura dell'autostrada Palermo-Catania, per le code lunghe dieci chilometri, tra lo svincolo di Altavilla e Casteldaccia fino al viadotto Gardiola.